19 Dicembre 2014

menu di scelta rapida



Contenuti

news
percorso: Home > news > Ciclismo >

Giro del Trentino 2012, finalmente Cunego!

18-04-2012 17:23 - Ciclismo
In un clima davvero rigido, a rendere ancor più complicata una tappa non facile, Damiano Cunego conquista la sua prima vittoria del 2012. Il veronese si è imposto con una volata autoritaria al termine della seconda tappa del Giro del Trentino 2012, battendo Carlos Betancur (Acqua & Sapone) e Roman Kreuziger (Astana), finalizzando il bel lavoro dei suoi compagni, non ultimo Michele Scarponi che nel finale tiene alta l´andaura impedendo allunghi di altri.

Ad animare la frazione sin dall´inizio ci pensano in quattro, Marco Frapporti (Team Idea), Davide Muccelli (Utensilnord-Named), Juan Pablo Forero (ColombiaColdeportes) e Matthias Friedemann (ChampionSystem). Partiti intorno al chilometro 20, gli attaccanti trovano subito il via libera del gruppo e procedono rapidamente, collaborando di buona lena fino ad ottenere un vantaggio massimo di 6´20" ai piedi della prima salita repertoriata del giorno, il GPM di Palu del Fersina. A quel punto sono i due italiani ad allungare suoi loro compagni, che rapidamente perdono terreno e vengono ripresi dal gruppo, tirato da Lampre-ISD e BMC.

Il ritmo a quel punto sale, seppur non vertiginosamente, ed il vantaggio inizia inesorabile a scendere, tanto da indurre Frapporti ad un ulteriore sforzo, che gli permette di staccare anche l´ultimo compagno e passare in solitaria sui primi due GPM di giornata. In gruppo intanto la salita inizia una selezione da dietro che coinvolge anche il leader della generale Taylor Phinney (BMC) ed altri uomini, comunque non interessati alla classifica generale finale. Proprio in salita le condizioni atmosferiche peggiorano nettamente, aggiungendo pioggia mista a nevischio al freddo pungente che fino a quel punto colpiva i corridori, facendo anche temere il peggio riguardo la discesa successiva, piuttoto ripida e stretta. Fortunatamente, poco dopo il doppio scollinamento, dove il gruppo passa con meno di due minuti su Frapporti, le condizioni meteo migliorano e la strada si rivela asciutta, tranquillizzando tutti, corridori in primis.

Forse proprio questo trae in inganno alcuni big, che rimangono tagliati fuori da una frattura nel gruppo, che si allarga sempre di più sotto l´impulso degli Astana di Roman Kreuziger, che sacrifica tutti i suoi uomini, compreso Janez Brajkovic, per guadagnare tempo sui rivali. In un primo momento di confusione, ricordiamo l´assenza delle radioline, i vari gruppetti cominciano ad organizzarsi. Tra i corridori tagliati fuori spiccano Ivan Basso (Liquigas-Cannondale), lasciato ad inseguire con il solo Alessandro Vanotti mentre davanti rimangono ben quattro compagni, José Rujano, José Serpa ed Emanuele Sella (Androni-Venezuela), Domenico Pozzovivo (Colnago-CSF) e Danilo Di Luca (Acqua&Sapone), sorprendentemente dietro visto che aveva affrontato tutte le salite nelle primissime posizioni. Poco organizzati, sia prima, quando sono divisi in piccoli gruppetti, che dopo quando si ricompattano, gli inseguitori non riescono a trovare il modo per rimontare, vedendo il loro vantaggio crescere dai 20 secondi iniziali, fino al 1´10" alle rampe della salita finale.

A giocarsi la vittoria sull´erta finale è dunque un gruppetto di circa 20 unità, tra i quali Damiano Cunego, Michele Scarponi, Przemyslaw Niemec, Marco Marzano (Lampre-ISD), Cristiano Salerno, Eros Capecchi, Silwester Smzyd (Liquigas-Cannondale), Roman Kreuziger, Janez Brajkovic, Kevin Seeldraeyers, Paolo Tiralongo (Astana), John Gadret, Hubert Dupont e Nicolas Roche (Ag2r La Mondiale), Carlos Betancur e Francesco Reda (Acqua & Sapone), Marco Pinotti e Mathias Frank (BMC), Alessandro Bisolti (Team Idea), Bartosz Huzarski (Team NetApp) e Marc De Maar (UnitedHealtcare). Dopo che gli uomini della Astana si sono ormai sfilati tutti, è la Lampre-ISD a salire in cattedra, impostando il suo ritmo e sfilacciando ulteriormente il gruppetto. Il ritmo dei blu-fucsia impedisce qualsiasi attacco, ma soprattutto mantiene a debita distanza uno straordinario Domenico Pozzovivo che inizia una personale cronoscalata per rientrare, con Di Luca che prova a seguirlo invano, visto il grande ritmo che il piccolo scalatore lucano impone. Davanti si arriva così senza fiammate ai due chilometri dalla conclusione, quando è Eros Capecchi a provarci.

A quel punto è Scarponi a mettersi in testa, con Cunego a ruota, chiaro segnale che a fare la corsa sarebbe stato il veronese. La trenata del marchigiano toglie le foglie morte dal tronco, costringendo il gruppetto ad una fila indiana che pone il compagno in ottima posizione. Ai 300 metri dalla conclusione Kreuziger prova a ribellarsi al copione, ma il Piccolo Principe fa buona guardia e gli salta a ruota, imitato dal colombiano Betancur. Sono a quel punto loro tre a giocarsi la vittoria ma non c´è storia, Cunego prende le curve alla perfezione in testa, non lasciando nessuna possibilità agli avversari, che non possono fare altro che accodarglisi lasciando il veronese alzare le braccia al cielo.

ORDINE D´ARRIVO
1. Damiano Cunego (Lampre-ISD)
2. Carlos Betancur (Acqua & Sapone) st
3. Roman Kreuziger (Astana) st
4. Eros Capecchi (Liquigas-Cannondale) +3"
5. Francesco Reda (Acqua & Sapone) st
6. Hubert Dupont (Ag2r La Mondiale) st
7. Mathias Frank (BMC) st
8. Marc De Maar (UnitedHealtcare) +9"
9. Alessandro Bisolti (Team Idea) st
10. Bartosz Huzarski (Team NetApp) st

CLASSIFICA GENERALE
1. Mathias Frank (BMC) 4:15:23
2. Roman Kreuziger (Astana) +3"
3. Carlos Betancur (Acqua & Sapone) +7"
4. Marco Pinotti (BMC) +9"
5. Damiano Cunego (Lampre-ISD) +10"
6. Francesco Reda (Acqua & Sapone) +16"
7. Eros Capecchi (Liquigas-Cannondale) +19"
8. Miguel Rubiano (Androni-Venezuela) +27"
9. Bartosz Huzarski (Team NetApp) +29"
10. Michele Scarponi (Lampre-ISD) +34"

Fonte: spaziociclismo.it

Facebook


Radio Sportiva - Priverno S.r.l., Via G. da Verrazzano, 16 cap. 56038 - Ponsacco (Pisa) - iscritta al registro delle imprese di Pisa n 01166330595 capitale sociale 25.000,00 interamente versato - P.I. 01166330595 C.F 01166330595
Sede operativa: Viale della Repubblica, 171 - 59100 Prato - Tel. 334/7730020 - Tel. Centralino Ponsacco: 0587/2861 - Fax 0587/286284
icona per tornare all'inizio del sito