21 Agosto 2014

menu di scelta rapida



Contenuti

news
percorso: Home > news > Calcio Estero >

Polonia-Russia, la sfida più calda: 5.000 tifosi ospiti, rischio incidenti

12-06-2012 16:02 - Calcio Estero
Già dalla seconda giornata il Girone A potrebbe emettere primi importanti verdetti, forse anche definitivi. La giornata d´esordio è stata caratterizzata dal largo successo della Russia sulla Repubblica Ceca che, in pratica, ha indicato la formazione di Advocaat come favorita. A questo punto la caccia sembra essere ristretta al secondo posto utile per la qualificazione, con la Grecia principale candidata in quanto ha ben impressionato e gettato la vittoria contro i padroni di casa della Polonia. La prima sfida odierna, quella in programma alle ore 18, rappresenterà già una sorte di ultima spiaggia per la Repubblica Ceca, impegnata contro la Grecia. Un´altra sconfitta, infatti, la metterebbe definitivamente fuori gioco, nonostante le ottime credenziali con le quali era arrivata agli Europei. Il pesante passivo subito dai russi potrebbe aver lasciato qualche scoria nella testa dei cechi costretti a giocarsi il tutto per tutto per evitare di finire subito il loro torneo. Dal canto suo la Grecia sa benissimo che, vincendo, metterebbe una serie ipoteca per la qualificazione e andrebbe a giocarsi il primato nell´ultima gara. Per gioco espresso, occasioni e carattere, la Grecia si è rivelata una sorpresa positiva. Ha avuto la forza di recuperare il risultato, seppur in inferiorità numerica, contro la Polonia sprecando il rigore del possibile successo.
In serata il confronto più atteso e ad alto rischio, quello che ha messo in allerta gli organizzatori e le forze di polizia che temono possibili incidenti tra i polacchi e 5 mila tifosi al seguito della Russia. I padroni di casa, dopo il mezzo flop nella partita d´esordio, non possono sbagliare ancora per non compromettere il girone dopo appena 2 turni. Però l´avversario ha dimostrato di avere qualità, forza e incisività per ipotecare subito la qualificazione. La Russia fa paura perché ha fatto vedere di essere una squadra solida, che propone un buon calcio grazie alla possibilità di sfruttare i blocchi dello Zenit e dello Spartak. Suo il risultato più clamoroso in un incontro senza storia. La Russia ha in pratica il primo match ball a disposizione per superare il turno e spegnere le speranze dei polacchi.

A giudicare da quanto ha dimostrato contro l´Italia, nell´ultima amichevole prima degli Europei, e dalla partita inaugurale, la Russia rischia davvero di diventare la mina vagante del torneo. E´ una formazione attrezzata in tutti i reparti, fisicamente solida, con la giusta esperienza, guidata da un allenatore preparato che ha deciso di rientrare in Olanda dopo gli Europei per allenare il Psv. La scelta di comunicare la propria decisione è stata criticata dai giornali russi però Advocaat si è detto convinto che questa sua mossa non influirà sui risultati della squadra. Vuol lasciare la guida della nazionale con qualcosa d´importante. «Non cerco un buon piazzamento, m´interessa soltanto vincere gli Europei». Pronta la replica del ct polacco Smuda. «Giocheremo a ritmo alto, abbiamo le gambe per farlo. A noi andrebbe bene anche un pareggio, chiederemo all´Uefa di aprire lo stadio per abbassare il tasso di umidità».

Fonte: ilmessaggero.it

Facebook


Radio Sportiva - Priverno S.r.l., Via G. da Verrazzano, 16 cap. 56038 - Ponsacco (Pisa) - iscritta al registro delle imprese di Pisa n° 01166330595 capitale sociale 25.000,00 interamente versato - P.I. 01166330595 C.F 01166330595
Sede operativa: Viale della Repubblica, 171 - 59100 Prato - Tel. 334/7730020 - Tel. Centralino Ponsacco: 0587/2861 - Fax 0587/286284