11 Dicembre 2016


news
percorso: Home > news > Altri Sport

Josefa, grazie lo stesso. Idem quarta in finale

09-08-2012 11:55 - Altri Sport
Il dieci era già scritto. Prima del via. La lode se l´è conquistata a suon di pagaiate, con quella grinta che a 47 anni sa ancora sfoderare come fosse una ragazzina. Chiudere con un quinto posto la decima finale olimpica a tre decimi dal bronzo, è un´impresa che merita solo la lode. La canoa, il K1500 è un´appendice della sua vita, l´Olimpiade il terreno naturale su cui si è costruita, negli anni, un curriculum da leggenda dello sport. Josefa Idem, per tutti Sefi, in Italia dal 1990 dopo aver vogato per la Germania Ovest, qui a Londra è diventata la prima atleta italiana di sempre per numero di Giochi olimpici (otto) disputati, a pari merito con Piero e Raimondo D´Inzeo.

Dopo aver chiuso le semifinali con il settimo tempo (1´52"232), la campionessa azzurra è scesa in acqua alle 11.08 per trovare il sesto podio olimpico: un bronzo da tedesca; un oro, due argenti e un bronzo da italiana, già nel palmares. Le è sfuggito, là sopra sono salite la favorita d´obbligo, l´ungherese Danuta Kozak 25 anni, l´ucraina Osypenko (29) e la sudafricana Hartley (29).

"Complessivamente questa è la mia decima finale olimpica", ricordava alla vigilia la Idem, che a Londra ha soggiornato fuori dal Villaggio assieme alla sua famiglia - "lo sport è bello ma nella vita c´è anche altro". Dieci e lode, signora Idem.

Fonte: gazzetta.it

Sondaggio

Vincente Serie A 2016/17?

25-07-2016/19-12-2016
[]










Facebook


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]