29 Aprile 2017


news
percorso: Home > news > Calcio Estero

Europa League, United e Lione avanti soffrendo. Lo Schalke fallisce l´impresa

21-04-2017 08:10 - Calcio Estero
Sono serviti 90´ supplementari per stabilire le quattro semifinaliste di Europa League. Pur soffrendo, riescono a rispettare i pronostici le due grandi favorite per la finale, il Manchester United ed il Lione. Gli inglesi, bloccati sull´1-1 sia all´andata che al 90´, solo dopo 107´ riescono ad avere la meglio (2-1) dell´Anderlecht grazie a una rete dell´´enfant prodige´ Rashford. I francesi, invece, solo ai rigori riescono a piegare la resistenza del Besiktas che era riuscito a ribaltare (2-1) l´1-2 subito in Francia. L´Ajax, dopo il 2-0 dell´andata, si complica terribilmente la vita a Gelsenkirchen, scivolando sotto 0-3, e in 10, ai supplementari. Ma alla fine riesce a raddrizzare tutto, realizzando due reti negli ultimi 10´ (3-2). Il Celta, infine, resiste (1-1) a Genk dopo il 3-2 a Vigo e centra la sua prima storica semifinale europea.

MANCHESTER UTD-ANDERLECHT 2-1 dts
Lo United piega solo ai supplementari l´Anderlecht ma centra comunque l´obiettivo delle semifinali di Europa League. I red devils rischiano in avvio su una conclusione di Dendoncker ma al primo vero affondo sbloccano il risultato (10´): Rashford da sinistra serve al limite Mkhitaryan che con un preciso destro rasoterra infila Ruben. Il Manchester sfiora immediatamente il raddoppio con Lingard e commette l´errore di rilassarsi. L´Anderlecht, mai domo, fa le prove generali con Acheampong e poi, al 32´, pareggia: il gol lo realizza Hanni che ribadisce in rete un tiro di Tielemans, respinto dalla traversa. Lo United si riversa in avanti a testa bassa ma sciupa almeno sei ghiotte occasioni da rete nella ripresa con Lingard, Rashford (2), Pogba e Ibrahimovic (2). Ai supplementari le cose si complicano per Mourinho che dopo pochi secondi perde per un serio infortunio al ginocchio Ibrahimovic. L´Anderlecht prende coraggio e impegna Romero con Tielemans. A vestire, però, i panni di salvatore della patria per i red devils pensa, al 107´, Rashford che raccoglie un pallone in area su una sponda aera di Fellaini, si libera di Dendoncker e batte Ruben con un forte sinistro rasoterra. L´Anderlecht non molla fino in fondo e fa correre un brivido al pubblico dell´Old Trafford con Acheampong e Mbodji.

BESIKTAS-LIONE 8-8 dcr (2-1)
Dopo un avvio vibrante ed equilibrato, con un paio di occasioni per parte (Tosun e Tallisca per i padroni di casa, Lacazette e Tolisso per gli ospiti) sono i turchi a passare (27´): Ozyakup serve al limite Talisca che con un bel destro in girata rasoterra infila Lopes. Il Lione non s´abbatte e, dopo appena 7´, pareggia con il solito Lacazette che, lanciato sul filo del fuorigioco da Gonalons, controlla di petto e scavalca con un pallonetto Fabri. Il Besiktas accusa il colpo ma viene salvato dal palo interno che nega l´1-2 a Lacazette lanciato solitario verso la porta. I turchi riordinano le idee nell´intervallo e, dopo aver sciupato tre palle-gol con Tosun (2) e Talisca, tornano avanti (58´): il 2-1 lo realizza lo stesso Talisca con un bel colpo di testa su cross dalla sinistra di Adriano. Il Lione reagisce rabbiosamente ma manca il gol della qualificazione con Lacazette, che colpisce anche una traversa al 90´, Diakhaby (2) e Fekir. Il Besiktas trema ma, nel finale, sfiora il colpaccio con un tiro-cross di Tallisca che si stampa sul palo e con Babel che, sulla ribattuta, non trova la porta da comoda posizione. Ai supplementari l´equilibrio permane con i padroni di casa che sfiorano il 3-1 con Talisca e Tosun e gli ospiti che mancano il colpo del ko con Diakhaby e Tolisso. Nell´interminabile serie dei tiri dal dischetto diventa protagonista Lopes che para i rigori di Tosic e Mitrovic e consente a Gonalons di cancellare l´errore di Jallet e di mandare il Lione là dove non era mai giunto in Europa.

SCHALKE-AJAX 3-2 dts
Dopo aver gettato al vento il solido vantaggio dell´andata (2-0), l´Ajax si riprende al 110´, in 10 contro 11, la qualificazione contro lo Schalke e torna in semifinale in una competizione europea dopo 20 anni. I tedeschi partono forte (palo di Meyer al 3´) ma poi si fanno imbrigliare dalla ragnatela tessuta dai lancieri che vanno per due volte vicini al vantaggio con Viergever e Schoene. Non pare serata per gli uomini di Weinzierl e, invece, in 3´ cambia tutto: la scintilla l´accende al 53´ Goretzka che va via in contropiede dopo un angolo per gli ospiti, triangola al limite con Burgstaller e infila Onana con un preciso destro in diagonale. Passano appena 3´ ed arriva il 2-0: lo realizza Burgstaller con un bel sinistro in girata dai 12 mt su cross di Kolasinac. L´Ajax non riesce a trovare l´immediato 2-1 con Ziyech e si complica ulteriormente la vita: Veltman all´80´ rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Lo Schalke ci crede ma fallisce con Howedes la palla per evitare i supplementari. L´appuntamento con il 3-0 è, comunque, rimandato soli di pochi minuti: lo centra, al 101´, Caligiuri che gira nell´angolo di testa un altro cross dalla sinistra di Kolasinac. Sembra fatta per i tedeschi e, invece, al 110´ ecco che arriva la doccia gelata: con orgoglio l´Ajax si getta in avanti e trova il pari con Viergever che si getta su un pallone vagante in area e spedisce sotto la traversa un pallone rinviatogli addosso da Nastasic. Lo Schalke crolla e al 120´ incassa anche il secondo gol da Younes che, lanciato in area sulla sinistra, si accentra e batte Faehrmann con un preciso destro rasoterra sul primo palo.

GENK-CELTA VIGO 1-1
Il Celta difende il 3-2 dell´andata e grazie all´1-1 strappato in Belgio vola per la prima volta nella sua storia in semifinale in una competizione europea. Il Genk parte determinato ma si rende pericoloso solo in avvio, con Samata. Il Celta non trema, si organizza e, dopo aver sciupato occasioni in serie con Sisto, Wass, Cabral e Beauvue (2), subentrato all´infortunato Guidetti, passa (63´): fa tutto Sisto che ruba palla sulla trequarti a Castagne, scende fino al limite e scaraventa un gran destro sotto la traversa. Sembra fatta e, invece, dopo appena 3´, il Genk torna in partita: Cabral perde palla al limite in un contrasto con Trossard che entra in area e batte Alvarez con un preciso destro a giro da sinistra. I belgi si gettano in avanti generosamente in avanti ma il Celta si difende con ordine, centrando con merito l´appuntamento con la storia.

Fonte: repubblica.it/sport

Sondaggio

Vincente Serie A 2016/17?

20-12-2016/28-05-2017
[]









Facebook


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]