18 Agosto 2017


news
percorso: Home > news > Calcio Serie A

Calciomercato Inter, Ausilio: Conte fa al caso nostro

19-05-2017 08:50 - Calcio Serie A
Il direttore sportivo dell´Inter: In squadra troppi gruppetti, non c´è personalità e forza d´animo. Moratti non ha guadagnato un euro, Thohir ha fatto business

MILANO - Conte? Cerchiamo un allenatore di quel tipo: lo dice il direttore sportivo dell´Inter Piero Ausilio, intervenuto al corso di Diritto Sportivo e Giustizia Sportiva all´Università degli studi di Milano. Il dirigente nerazzurro racconta i problemi del club e della squadra, scivolata all´ottavo posto in classifica: Ad Appiano non c´è gente che non si allena. Si allenano e anche bene. Manca il senso di solidarietà, non sono riusciti a creare il gruppo per questioni di etnia, di età, ma anche di personalità e valori umani. Ci sono tanti gruppetti e tanta gente che pensa a sé stessa. Ognuno non fa più del suo, non c´è grande personalità e forza d´animo.

Ausilio spiega che all´Inter bisognerebbe essere più bravi nella comunicazione e racconta l´inizio di una stagione segnato dall´addio di Mancini e poi dalla scelta di affidare la squadra a Frank de Boer: Siamo andati su un allenatore che non conosceva la serie A ma anche chi non aveva immaginazione poteva capire che saremmo partiti in ritardo rispetto agli altri e ammette che la società quest´anno dovrà fare meno errori rispetto ai tantissimi commessi quest´anno.

Infine racconta come hanno agito le tre proprietà che si sono succedute negli ultimi anni: Moratti non ha guadagnato un euro dall´Inter, ha sempre seguito la passione con gestione familiare. Poi c´è stato un signore in Indonesia (Thohir, ndr) che ha comprato il club, ha fatto un bel business e ha sicuramente favorito l´Inter in un percorso che oggi è quello rinforzarsi nelle logiche del nuovo mercato. La nuova proprietà cinese potrebbe tranquillamente comprare i giocatori più famosi tipo Cristiano Ronaldo, ma la verità è che non possiamo farlo perché c´è quel famoso Financial Fair Play, che tiene conto dello sviluppo del club, che a sua volta deve avere una struttura che gli permette di arrivare a giocatori di una certa importanza.

Fonte: corrieredellosport.it

Facebook


[Realizzazione siti web www.sitoper.it]