28 Novembre 2020
News

"Agnelli sbaglia ad esporre scudetti giustamente revocati, come l'Inter a non rinunciare a quello ingiustamente assegnato a tavolino"

29-10-2018 18:26 - News
Nel Microfono Aperto è intervenuto il direttore editoriale di calciomercato.com, Stefano Agresti.

SU MANCATA SQUALIFICA GATTUSO Eravamo tutti perplessi quando fu squalificato Spalletti per quell'esultanza che fu considerata provocatoria, infatti gli venne tolta e se la cavò co una multa perché effettivamente era stata eccessiva quindi credo si sia rimediato a quell'errore e credo ci sia stata equità nei suoi confronti e quindi mi sembra normale che stavolta Gattuso non sia stato espulso

SU RONALDO Un campione come lui non lascia niente al caso dal punto di vista tecnico cresciuto perché ha una testa particolare, si allena molto e studia e prova qualunque gesto tecnico anche nel colpire la palla. Il modo in cui lo ha calciato ad Empoli è qualcosa di particolare che appartiene a pochi, qualcosa che ha in natura ma che si è anche costruito. Messi ha forse più talento innato e tecnicamente è inimitabile, ma Ronaldo forse ha la capacità di essere ancora più decisivo.

GIRONE CHAMPIONS INTER La vedo messa bene, per i risultati che ha ottenuto e quelli che non ha ottenuto il Tottenham, io credo che i nerazzurri abbiano la qualificazione in mano gli Spurs sono temibili ma la classifica parla chiaro e se la squadra di Spalletti batte il Psv agli inglesi servirebbero 3 vittorie su 3 per sorpassare l'Inter.

CALCIOPOLI JUVENTUS E' stata sottolineata l'incongruenza e noi ne abbiamo parlato, sono d'accordo che ci siano delle incongruenze in quel che dice Agnelli: quando Agnelli dice che le sentenze vanno rispettate a me sembra il primo a non farlo quando espone nel suo stadio 36 scudetti anziché 34 e non mi convince quando sostiene che nel suo salotto espone quello che vuole perché quando apre lo Stadium ai tifosi non è più casa sua ma diventa un luogo pubblico ed in un luogo pubblico anche se di tua proprietà non puoi fare quello che vuoi. Io credo che in questo caso sia una carenza della Federcalcio che non riesce a far rispettare delle sentenze perché forse non è sufficientemente forte per opporsi alla Juventus. E' quello penso che ho detto e scritto.

CALCIOPOLI INTER Con retrocessione e penalizzazione la Juventus ha rispettato le sentenze da quel punto di vista anche se non è vero che ha pagato per tutti perché oggettivamente anche altri club come Milan, Lazio, Fiorentina e Reggina hanno pagato in modo proporzionato a quelle che sono risultate le responsabilità. Il riferimento dell'ascoltatore è all'Inter ed effettivamente quello è il buco nero di Calciopoli perché i nerazzurri non sono stati coinvolti perché certi documenti sono emersi solo successivamente quando i reati erano prescritti, ad aggravare la situazione e a giustificare il risentimento dei tifosi Juventus c'è che proprio all'Inter sia stato assegnato quello scudetto 2005/2006, una stortura che macchia il percorso di Calciopoli. A mio avviso quello scudetto è stato assegnato ingiustamente, in passato abbiamo anche parlato della possibile rinuncia a quel titolo ma l'Inter non ha intenzione di rinunciare al titolo assegnatole dal commissario straordinario: è una vicenda che non vedrà mai la fine perché i tifosi della Juventus hanno le loro ragioni a contestare quello scudetto. Io ritengo che la Juventus in Calciopoli sia stata assolutamente colpevole e condannata di conseguenza per quelle che sono risultate essere le sue colpe, per l'Inter invece è stato usato un metro differente - anche perché le responsabilità sarebbero forse poi risultate essere inferiori se fosse stata giudicata - perché certi elementi sono emersi con colpevole ritardo e quindi l'assegnazione di quello scudetto rimane il grande buco, il punto oscuro e sbagliato di tutta la vicenda.








[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio