31 Ottobre 2020
News

Agresti: "Giampaolo ha sopravvalutato il Milan. Insigne smetta di fare le bizze e sentirsi un piccolo re"

04-10-2019 10:22 - News
Stefano Agresti ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SULL'ATTEGGIAMENTO DELL'INTER A BARCELLONA: "La Juventus ha una squadra pronta a confrontarsi alla pari con qualunque avversario, per questo ci si aspetti che se la giochi a viso aperto su qualunque campo. L'Inter è all'inizio di un percorso internazionale, quindi è più accettabile che abbia un atteggiamento più coperto quando va su certi campi. L'Inter, a Barcellona, ha giocato con grande intelligenza tattica, ma la qualità della squadra non è ancora all'altezza di Barça e Juve".

SUL TURNOVER DI SARRI: "Sarri ha modificato un po' il suo atteggiamento rispetto al passato, ma il turnover che abbiamo visto è stato obbligato dalle defezioni e dalle altre esigenze di squadra. La Juventus non mi ha esaltato contro il Bayer, ha vinto come vinceva Allegri: solo grazie alla superiorità dei suoi singoli".

SUL MILAN: "Le difficoltà di Giampaolo sono più da addebitare a certe scelte societarie piuttosto che ai suoi errori. Lo sbaglio più grande da parte sua è stato sopravvalutare la squadra che ha a disposizione".

SULL'ACCOGLIENZA RISERVATA DAI TIFOSI DELL'INTER A CONTE: "E' normale che sia stato accolto con enfasi, i tifosi dell'Inter vendono in lui la possibilità di tornare a vincere dopo molti anni".

SUL TORINO: "Il motivo del calo dei granata non è facile da individuare, ma è capitato anche all'Atalanta l'anno scorso quando fu eliminata ai preliminari di Europa League. Credo sia dovuto alla delusione. C'è un problema psicologico, ma anche fisico".

SU INTER-JUVENTUS DECISIVA PER I BIANCONERI: "Mi sembra eccessivo, cinque punti sarebbero un buon vantaggio per l'Inter ma siamo solamente a inizio ottobre. Sarebbe però un beneficio da un punto di vista mentale per i nerazzurri".

SUI TECNICI DEL MILAN NEGLI ULTIMI ANNI: "Tutti gli allenatori passati negli ultimi anni dal Milan hanno pagato l'inconsistenza dell'organico rossonero, sono stati vittima di giocatori non altezza della storia di questo club".

SUL CAGLIARI: "Ci sono tutte le premesse affinché possa disputare un grande campionato. E' stata costruita una squadra ambiziosa nonostante la partenza di Barella, Giulini vuole puntare a grandi traguardi nell'anno del centenario. Non mi stupirei se lottasse per un posto in Europa League. Teniamo in conto che in questo inizio di stagione al Cagliari sono mancati Pavoletti, Cragno e Nainggolan, forse i suoi tre giocatori migliori".

SUL TURNOVER DELLA LAZIO: "Ha senso se non si tiene molto all'Europa League e si punta a risparmiare energie in vista della gara di Bologna. Credo che l'Europa League sia un elemento di disturbo per la Lazio nella strada verso la Champions".

SULLA LAZIO: "L'ho indicata come la favorita per il quarto posto, credo che abbia una squadra competitiva per qualificarsi in Champions. E' stata importante la conferma dei migliori giocatori, soprattutto quella di Milinkovic-Savic, un giocatore straordinario che fa la differenza. Mi aspetto una crescita da parte di Lazzari nelle prossime gare. L'atteggiamento della dirigenza biancoceleste è da elogiare".

SU VAVRO: "Ieri ha giocato una partita pessima. La Lazio l'ha pagato 10 milioni, quindi credo che un valore ce l'abbia. In patria è considerato tantissimo, è considerato l'erede di Skriniar, questo mi lascia pensare che il vero Vavro non sia quello che abbiamo visto ieri sera. Non è stato aiutato dal fatto che i tanti cambi fatti ieri da Inzaghi hanno snaturato la squadra".

SU INSIGNE: "E' un giocatore dalle capacità tecniche straordinarie, ma deve smettere di fare le bizze e sentirsi un piccolo re nella sua città. Deve fare il salto di qualità sotto il punto di vista della leadership prendendo per la mano il Napoli. Deve diventare il trascinatore della squadra, altrimenti è meglio sia per lui che per la squadra che cambi aria e vada a confrontarsi con un'altra realtà, magari all'estero. Il rischio che resti un grande talento incompiuto c'è ed è concreto".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio