28 Novembre 2020
News

"Arbitri? Quello al Var dev'essere più bravo di quello in campo"

19-12-2018 11:23 - News
Così Luca Calamai nel 'Microfono Aperto': "Bologna-Milan? Il Bologna ha cercato di non far giocare il Milan, a cui è mancato il colpo del grande giocatore, come Higuain. La classifica del Milan va bene, ma per conquistare un posto in Champions servirà qualcosa in più. E' stata una partita davvero brutta, non si è vista nessuna giocata, anche Suso è finito nella mediocrità generale. Il Bologna è una squadra modesta più o meno in linea con l'attuale classifica e Saputo non può accontentarsi di una squadra così. Gattuso è un ottimo professionista e nel suo percorso ha dimostrato la personalità e la grinta per reggere tensioni importanti, ma al Milan questo non basta, vuole un calcio di primissima fascia. Non so se resterà l'anno prossimo e questo è un altro elemento che non lo aiuta. Necessario un attaccante di valore. Squadre italiane in Europa? Soffriamo fino alla fine di settembre, tant'è che i vari CT cercano sempre nelle partite ufficiali di rinviare quelle importanti in una fase successiva. A novembre abbiamo il periodo di maggiore forma, poi una flessione a fine campionato. Var? E' un mezzo tecnologico molto valido a patto che venga utilizzato a dovere. Eravamo usciti da questo tritello diabolico, l'anno scorso c'èrano stati alcuni errori evidenti, qui invece siamo tornati a mettere di nuovo l'arbitro e le sue scelte al centro di tutte le polemiche. Voglio che gli arbitri non commettano gli errori quando non ci sono le condizioni per commetterli. Voglio che l'arbitro valuti, con la serenità di poter decidere, poi può anche sbagliare. Il mezzo tecnico non ti può - per esempio - dare l'intensità di una spinta, però quello che sta succedendo adesso è folle, e sono tutti d'accordo sul fatto che sia folle. Il vero salto di qualità è la regola del buon senso: l'arbitro che è al Var dev'essere più bravo di quello in campo. Se un fallo è fallo, va chiamato l'arbitro e va mandato a vedere. Mi auguro che in futuro nasca una generazione di arbitri da Var, di personalità, per impedire questi tormentoni infiniti su sudditanza, malafede, incompetenza etc. Gli arbitri mandati in pensione per raggiunti limiti di età potrebbero essere messi al Var perché la loro esperienza è utile. Real? Non ho visto la partita la sconfitta del River, che penso sia arrivato scarico a questo appuntamento dopo le problematiche della Libertadores. Il Real però non è il River".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio