26 Settembre 2020
News

Biasin: "De Ligt potenziale fenomeno. Icardi? Era ancora dubbioso durante il viaggio verso Parigi"

03-09-2019 16:25 - News
Fabrizio Biasin ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SU DE LIGT: "Succede sempre per ogni giovane calciatore in Italia: se azzecca le prime due partite lo definiamo nuovo fenomeno, se ha bisogno di tempo per ambientarsi lo bolliamo come bidone. Per me non è una scommessa ma un potenziale fenomeno. Non ho dubbi sul fatto che a breve mostrerà il suo valore dominando nella difesa della Juventus".

SU ANCELOTTI: "Considerarlo sopravvalutato o bollito mi mette i brividi. Se fosse tutto questo disastro non ci si spiegherebbe come mai il Napoli sia arrivato secondo l'anno scorso. Sono convinto che De Laurentiis l'abbia seguito quest'estate, costruendo una squadra competitiva. Sono convinto che la squadra sia migliore rispetto all'anno scorso".

SU ICARDI: "Ha accettato ieri la destinazione Psg allungando il suo contratto di un anno. Se farà bene a Parigi, i capitolini se lo porteranno a casa per 70 mln. Credo che il giocatore farà di tutto per farsi riscattare, perché al Psg guadagnerebbe il doppio".

ANCORA SU ICARDI: "Credo che Marotta abbia risolto, o al limite rimandato, la questione in maniera brillante. Tutti avevano paura, anche perché il giocatore durante il viaggio per Parigi non era ancora completamente convinto di andare al Psg".

SUL CENTROCAMPO NAPOLI: "Giovedì ho l'asta del fantacalcio e farò di tutto per prendere uno tra Allan, Zielinski e Ruiz. Sono tre giocatori fantastici che si completano, potrebbero essere titolari in tutte le squadre di Serie A".

SUL MILAN: "L'anno scorso ha fatto il massimo arrivando ad un passo dalla Champions. Quest'anno Giampaolo ha il compito difficilissimo di fare meglio, ci sono tante squadre che lottano per il quarto posto. Non sarà semplice perché secondo me i rossoneri hanno dei buchi nella rosa".

SUL MERCATO DELLA JUVENTUS: "Ha fatto molto bene all'inizio prendendo a parametro zero Rabiot e Ramsey, poi Paratici si è un po' incartato con le cessione senza riuscire ad acquistare un nuovo attaccante. Credo che comunque il mercato bianconero sia stato positivo. La Juventus voleva fare una plusvalenza di qualche tipo, credo con Dybala, ma non c'è riuscita".

SUL MERCATO DEL NAPOLI: "Il mercato più funzionale rispetto all'allenatore è stato quello dell'Inter. Sono arrivati tutti i giocatori chiesti da Conte: Godin, Lukaku, Barella, Sensi e Sanchez come alternativa a Dzeko".

SUGLI ULULATI RAZZISTI DI CAGLIARI: "Tutti gli impianti sono dotati di telecamere, se vogliono pescare il singolo tifoso sono in grado di farlo. Sento parlare di Cagliari come città razzista, ma non voglio generalizzare. I fessi ci sono tutta Italia e per fortuna le persone intelligenti sono in stragrande maggioranza".

SU BENNACER: "Quando l'ha preso il Milan era solo un giocatore retrocesso in Serie B con l'Empoli, poi il suo valore è aumentato dopo la coppa d'Africa. Ora Giampaolo deve lavorarci sopra, bisogna vederlo. Serve tempo come in tutte le squadre".

SE L'ELIMINAZIONE DEL TORINO DALLA EL PUO' FAVORIRLO IN CAMPIONATO: "Teoricamente sì, ma non ha senso qualificarsi all'Europa League se poi vai subito fuori. Sotto questo punto di vista tiro un po' le orecchie a Cairo che non ha fatto acquisti prima della gara contro il Wolverhampton".

SU ELMAS GIA' AL LIVELLO DI RUIZ: "E' difficile ripetere la prima stagione in Italia fatta l'anno scorso da Ruiz. Se Elmas riuscisse a fare anche solo la metà sarebbe già una grande cosa per il Napoli".

SUL RUOLO NEL QUALE AVREBBE FATTO L'ULTIMO COLPO DELL'INTER: "Un centrocampista in più, ma non è facile andare a prendere giocatori del livello dei nomi usciti".

SU LUKAKU: "Sono un gran fan di Icardi, ma Lukaku, che è al 70%, stia facendo il suo. Magari sbaglia il primo controllo perché non ha piedi sopraffini, ma sposta l'avversario in corsa ed è bravo di sponda. Ha segnato 2 reti in 2 partite, non è poco".

SU REBIC: "E' sicuramente un attaccante interessante, lo abbiamo già visto in Italia. Non è una scommessa, ha una bella responsabilità perché deve fare l'attaccante a San Siro in una squadra prestigiosa come il Milan. Ora sta a Giampaolo trovare la quadra e miscelarlo con Piatek. Non credo che il polacco avrà difficoltà a tornare sui suoi livelli".

SU DI FRANCESCO: "E' partito malissimo ma credo che le responsabilità siano principalmente della società, si è parlato per mesi solo del passaggio di proprietà".

SU MONTELLA: "E' partito male, il mercato della Fiorentina è stato più che interessante. Il tecnico viola deve trovare una chiave di volta altrimenti non avrà lunga vita a Firenze".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio