27 Settembre 2020
News

Briatore: "Vincerà prima la Juve la Champions che la Ferrari il Mondiale"

29-08-2019 12:45 - News
Flavio Briatore è intervenuto a Sportiva per parlare di Juventus e di Formula Uno.

SU SE E' L'ANNO BUONO PER LA CHAMPIONS LEAGUE: "Buoni ne abbiamo avuti tanti, la Juventus ha due squadre, una in panchine e una che gioca e non so quale sia la più forte. Però è forte quest'anno. E' molto difficile gestire dei campioni del genere, diventa un problema per l'allenatore, speriamo che riescano a sistemare tutto prima della fine del mercato".

SU DYBALA: "E' un talento, non si deve discutere. Io lo vorrei sempre in campo, perché mi piace questo tipo di gioco che fa. Quest'anno sembra che sia anche motivato a riprendersi il posto in squadra".

SUL MONDIALE DI FORMULA UNO: "Era già deciso alla prima e seconda gara. Non bisognava aspettare Spa per capire che la Mercedes ha come sempre negli ultimi anni un passo in più e la Ferrari non riesce a recuperare. Ha un problema aerodinamico da anni e non riesce a recuperare: è molto strano che un team come la Ferrari non riesca ad avere una aerodinamicità che riesca a competere con la Mercedes. I motori penso che siano più o meno uguali, forse quello della Ferrari è un pochino meglio, però dall'altra parte abbiamo un pilota che gli va bene tutto ed è molto sicuro di sé, mentre credo che Vettel nelle ultime due stagioni non credo che abbia portato il 100% alla Ferrari. Leclerc è giovane, bisogna dargli tempo, ma è fortissimo. In Ferrari la parola d'ordine è sempre il prossimo anno".

SULLA FERRARI: "La gestione Marchionne non è stata positiva alla Ferrari. Marchionne è stato un genio della finanza, ha salvato Fiat e Chrysle, però non credo che abbia capito la Formula Uno. Ha fatto dei cambi a livello tecnico incomprensibili e lì ha dato una bella botta. Binotto è un coordinatore tecnico molto bravo, se lo metti a fare il team principal alla fine non ha né l'uno né l'altro. Quest'anno la Ferrari è stata anche maltrattata in un Gp o due: ha perso peso politico. E' come se ai miei tempi avessi messo Ross Brawn a fare il team principal. I direttori tecnici lavorano 13-14 ore al giorno, non possono avere anche la responsabilità organizzativa. Non l'ho capita. Secondo me è un team fantastico, con gente molto brava, ma manca un dittatore, una guida forte. Poi bisogna capire quali sono i problemi, perché non è possibile che negli ultimi anni la Ferrari non abbia risolto i problemi aerodinamici che ha. Penso che sia più facile che la Juve vinca la Champions che la Ferrari il Mondiale".

SU VETTEL: "Quando un pilota guida una macchina che non è competitiva fa sempre molta fatica. Poi ci sono dei piloti che riescono a cooptare meglio e altri che riescono a farlo peggio. Leclerc in alcuni Gp è riuscito a cooptare meglio di Vettel. Ci sono 3-4 piloti che possono vincere il Mondiale e Vettel è uno di questi, ma deve avere una macchina che abbia senso. Di conseguenza deve anche fare meno errori, perché lui quest'anno e l'anno scorso ne ha fatti molti. Io ho detto che se l'anno scorso ci fosse stato Alonso, la Ferrari avrebbe vinto il Mondiale".

SU ALONSO: "Ci sono 3 team, Mercedes, Ferrari e Red Bull. Quest'ultima sta facendo un lavoro straordinario, con un motore Honda, che alla McLaren non funzionava. Non è un team da Mondiale, ma è sempre lì quando c'è un problema lì davanti. Noi avevamo visto che quando Fernandro era alla Ferrari l'ha portata a certi livelli non avendo una macchina per quei livelli: gli ha fatto un upgrading. Basta vedere i risultati di Raikkonen… Lui si è giocato un Mondiale perso malamente dal box ad Abu Dhabi: hanno fatto una cazzata, incredibile una roba del genere. Era il pilota che portava la macchina lì e non l'hanno ancora capito: hanno una macchina così così e non hanno il pilota che gli dia 3-4 decimi in meno. Le critiche di Horner? Mondiali ne ha vinti pochi, ha avuto i motori Nissan grazie a me, son tutte cazzate: parla per dire qualcosa che non ha nessun senso. Fernando è stato alla McLaren con delle frustrazioni incredibili e non ha mai avuto problemi. In 3 anni di McLaren ha cercato sempre di fare team e squadra, infatti i rapporti sono ancora ottimi. La gestione dei piloti alla Red Bull non mi sembra eccezionale, infatti uno è andato via…".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio