13 Novembre 2019
[logo radio sportiva]
[logo radio sportiva]

News

Bucchioni: "Crollo dell'Inter troppo verticale. Conte ha ragione, va accontentato"

05-11-2019 23:03 - News
Enzo Bucchioni ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SULL'INTER: "Aveva la partita in mano, c'è stato un crollo troppo verticale. Rimangono negli occhi i primi minuti della gara, quando l'Inter ha giocato un calcio fantastico con una personalità eccezionale. Poi il Borussia ha alzato il ritmo e sono stati commessi troppi errori. In più la fatica si è fatta sentire. A certi livelli l'Inter si è dimostrata ancora non matura e non pronta. Ora i nerazzurri faranno fatica a passare il girone di Champions".

SUL MILAN: "Tra i mille errori commessi, la mancanza di un leader in campo e nello spogliatoio è palese. L'anno scorso il leader era Gattuso, chi l'ha mandato via non ha calcolato questo fattore. E' evidente l'esigenza del Milan di andare a cercare un giocatore di personalità, ma la società rossonera ha dei vincoli, la situazione è abbastanza complicata".

SUL COMPAGNO DI REPARTO DI MARTINEZ: "Lukaku crea spazi ed è capace di dialogare con i compagni di reparto, mentre Icardi viveva solo per il gol. Credo che la coppia d'attacco sia stata decisa a tavolino da Conte e l'Inter".

SU MARTINEZ: "Sta facendo benissimo, non mi meraviglia che sia cercato dal Barcellona. Per caratteristiche può essere l'erede di Suarez. Per fortuna è dell'Inter".

SU COSA E' SUCCESSO ALL'INTER NEL 2° TEMPO: "Non me lo so spiegare neanche io, ma non credo sia una questione psicologica. Mi rifiuto che una squadra come l'Inter abbia pensato che la partita fosse finita. Nella ripresa è scesa in campo una formazione molle, ha commesso tanti errori tecnici. Credo che il calo sia stato fisico, l'Inter ha speso tanto nel primo tempo. Sono stati commessi errori inconcepibili e la differenza si è vista anche a livello tecnico. Il Borussia è più avanti rispetto all'Inter, i nerazzurri devono ancora fare l'ultimo step per potersi confrontare con le grandi d'Europa. Sono comunque stati fatti dei progressi, sia sul campo che a livello organizzativo. Con un po' di tempo, puntando su Marotta e Conte, l'Inter tornerà ai livelli che merita".

SU CRISTIANO RONALDO IN PANCHINA: "No, mai e poi mai. Quando togli uno dei migliori giocatori della storia del calcio, con un atteggiamento che va oltre l'età, tralasciando le qualità tecniche di leadership, è perché lo decidi insieme a lui".

SUGLI ATTACCANTI DEL NAPOLI: "Il Napoli spreca molto e ha momenti di amnesia. E' una squadra altalenante. Koulibaly è orfano di Albiol, facevano una coppia straordinaria. Ho visto tante piccole cose che non ti aspetti dal Napoli. Questa mi sembra una squadra, pur non avendo vinto nulla, con la pancia piena. Credo ci sia anche qualcosa nello spogliatoio, certe cose vengono percepite dai giocatori".

SUL LECCE: "Ha dimostrato di avere una buona qualità e un'ottima organizzazione. Deve continuare così, interpretando le gare come ha fatto fino ad ora. Tra le squadre salite dalla Serie B è quella che gioca meglio, una bella sorpresa. Per l'organico che ha sta rendendo straordinariamente, applausi a Liverani, la dirigenza e la proprietà".

SUL CAGLIARI IN EUROPA LEAGUE: "Perché no? C'è una situazione di calcio fatto bene, ci sono dei buonissimi giocatori come Nainggolan e Simeone, la proprietà sta facendo le cose per bene e Maran porta avanti un progetto da anni".

SULL'ESONERO DI CORINI E L'APPORTO DI BALOTELLI AL BRESCIA: "Corini ha cercato di inserire Balotelli in un meccanismo di gioco che funzionava, gli ha chiesto di fare le cose che facevano prima di lui altri attaccanti. Le qualità di Balotelli sono straordinarie, sappiamo quello che potrebbe dare, ma servono anche umiltà e capacità di entrare nel gioco che l'allenatore ha in testa. A volte è sembrato un corpo estraneo, forse è stato imputato anche questo a Corini. L'esperienza dell'anno scorso di Grosso al Verona non è finita bene l'anno scorso, vedremo cosa farà con un Brescia che ha fatto vedere buone cose con Corini".

SUI CORI RAZZISTI CONTRO BALOTELLI: "Avrei voluto calciare anche io quel pallone fortemente, ma colpendo uno degli autori di quei cori. Devono andare tutti fuori, non li voglio più vedere negli stadi e per la strada. Vorrei sentire le scuse di Juric, che ha detto una cosa gravissima. Sicuramente si sarà sbagliato a caldo, ma certe cose non si possono dire".

SULL'INTER IN CHAMPIONS: "L'Inter è una squadra in costruzione, ha messo in rosa un giocatore di grandissimo valore come Lukaku ma non scordiamoci che sono usciti Icardi, Nainggolan e Perisic. Per fare il tipo di gioco fatto vedere nel 1° tempo a Dortmund serve grande concentrazione, l'Inter non è abituata a tenerla per tutta la gara. Sto dalla parte di Conte: l'organico nerazzurro va potenziato, servono più soluzioni in panchina. Il Borussia ha una qualità complessiva che l'Inter ancora non ha".

SULLE PAROLE DI CONTE NEL POST PARTITA: "Il crollo verticale nel 2° tempo di Dortmund è evidente. All'Inter dovevano capire che mettendosi in casa Conte, sarebbe servito accompagnarlo con le sue idee. Se gli chiedi di vincere lui ti chiede in campo alcune cose. E va accontentato. Ci sono delle problematiche che andranno gradualmente risolte se l'Inter vuol tornare a livelli altissimi".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.r.l., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio