24 Settembre 2020
News

Bucchioni: "Per me ha sbagliato la dirigenza, Agnelli cambierà rotta"

08-08-2020 13:43 - News
Nel Microfono Aperto è intervenuto Enzo Bucchioni per rispondere alle domande degli ascoltatori.
"Il sistema calcio è governato da dirigenti al potere da anni che non stati capaci di aggiornarsi, una gestione fallimentare in un Paese poco dinamico che si specchia e non si evolve. Fatta di scambi di poltrone girevoli, una gestione del potere per il potere.
Le colpe dell'eliminazione della Juventus sono anche dei dirigenti che non hanno fatto un grande mercato e hanno dato a Sarri una squadra con delle lacune, soprattutto a centrocampo. Con l'azzardo di battere una strada che la Juventus non doveva battere forse in quel momento, prendendo un allenatore con pedigree relativo a cui chiedi di incidere in un contesto di un certo tipo, per me è il fallimento di un'idea. Sono sicuro che Agnelli tornerà indietro con un allenatore più in linea con la tradizione juventina, va immessa gioventù e qualità: cambiare terzini, manca un centravanti, mentre in estate si lavorava alla cessione di Dybala... i problemi ci sono.
Non parlo di fallimento, perché il nono scudetto di fila è storia, ma forse alla Juve non si sono accorti che stava finendo la benzina. Abbiamo detto tutto il bene possibile di una dirigenza che ha vinto a volontà. A un certo poi arrivano i titoli di coda, forse il momento chiave è stato quando è andato via Marotta scomponendo una coppia che era complementare con Paratici che qualche limite lo ha dimostrato.
Quando prendi Sarri ci vuole una squadra che ha motivazione e voglia di rimettersi in gioco. La sensazione è quella di fine ciclo, non basta Kulusevski ne servono altri 3/4 veramente forti ma i bilanci lo permettono? I nodi vengono al pettine tutti assieme, non basta cambiare l'allenatore.
Il gap con le grandi d'Europa non è stato colmato. Il nostro calcio è stato ridimensionato pesantemente negli ultimi anni. Barcellona e Real Madrid avevano organici nelle finali con la Juve imparagonabili a quello di quella Juventus. I bianconeri hanno provato a crescere aumentando fatturato e monte ingaggi, però se pensiamo a quel centrocampo e lo confrontiamo a quello attuale la squadra non è migliorata. La Juve sta cercando di fare l'ultimo step e non ci è riuscita, forse ora il treno è passato e non so se c'è la forza economica di rilanciare ancora.
Hanno provato con l'allenatore a far crescere e rivitalizzare un gruppo da rimotivare, ma il Sarrismo non ha funzionato, c'è stata una crisi di rigetto. Quella che si è vista ieri col Lione non è la squadra di Sarri nè di Allegri, è di nessuno. Il peccato originale è della società che non potendo prendere Guardiola si è fidata del suo consiglio ma pensare che fosse la stessa cosa è stata un'ingenuità clamorosa: per me sul banco degli imputati c'è la dirigenza, Sarri si è ritrovato catapultato in un mondo che non era il suo.

Il nuovo Torino? Quando prendi Giampaolo lo devi proteggere e accompagnare il suo lavoro e la sua cultura calcistica, cosa che non è successa al Milan dove era in discussione già dopo le amichevoli. Cairo sa benissimo chi ha preso e che ha bisogno di tempo e di giocatori adatti, tecnici, un cambio di rotta rispetto agli ultimi anni: a centrocampo la qualità è poca ,c'è una muscolarità che ha fuso perché non si può giocare solo su quella. La squadra va costruita attorno a Belotti.

Momento Fiorentina? Rocco è ancora in luna di miele con la piazza ed è stato furbo, facendo una straordinaria operazione simpatia che i Della Valle non hanno mai fatto. Ha tirato il freno a mano, non gli resterà che vendere un paio di pezzi e fare plusvalenze per ripartire. La squadra ha una buona base, la conferma di Iachini ha suscitato perplessità ma è un buon artigiano in un momento di passaggio che mi ricorda l'epoca precedente.
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio