10 Luglio 2020
News

"Il Milan manca all'Europa e al vertice della Serie A. Serve torneo più competitivo"

03-05-2019 17:38 - News
Demetrio Albertini, presidente del settore tecnico
della FIGC, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva:

I risultati delle nazionali giovanili consolano quelli dei club?
"Più che consolarci significa che stiamo lavorando bene a livello di settore giovanile. I talenti ci sono e non è vero che sono ciclici, è bello vedere che le squadre nazionali stiano facendo bene. Poi, è vero che ci si aspettasse di più dalle nostre squadre di club in Europa".

Cosa devono fare le squadre italiane per tornare ad alti livelli in Europa?
"Se pensiamo da quanti anni la Juventus vince meritatamente il campionato significa che abbiamo un problema di competitività interna. Dobbiamo riuscire a ricreare una competizione propedeutica per le coppe, bisogna riuscire a migliorare sempre di più, tutte le squadre".

La sua ricetta per far ripartire il calcio italiano?
"Non bisogna ripartire, ma migliorare quello che si sta facendo. Prima di tutto bisogna chiederci se vogliamo essere un campionato preparativo per i nostri calciatori verso una cessione all'estero, oppure mantenere i calciatori più importanti per far ricrescere di valore tutto il campionato e non delle singole squadre. Poi bisogna lavorare e valorizzare il talento come in altre parte, dando l'opportunità ai nostri giovani di giocare. La nostra Nazionale maggiore e Under 21 ha tanto potenziale, servirà esperienza anche internazionale da maturare nei club".

Il suo giudizio sulla Nazionale di Mancini?
"Ogni c.t. svolge il ruolo a modo suo, con l'equilibrio giusto che ci deve essere tra club e nazionale. Roberto ha dato serenità, ha esperienza per fare bene. Sta puntando sui giovani, dando loro l'opportunità per crescere e portando avanti un cambio generazionale. Le prospettive sono positive, poi servirà lavoro e la convinzione di poter diventare una grande squadra".

Oltre alla Nazionale maggiore anche quelle giovanili stanno ottenendo buoni risultati.
"Negli anni è stato portato avanti un discorso iniziato con Arrigo Sacchi, con una costanza che solitamente ci è mancata, e ora iniziamo a vedere i frutti. Si è creata una sinergia tra club e nazionali per la valorizzazione dei talenti che fa ben sperare per il futuro".

Seconde squadre: cosa serve per migliorare?
"Abbastanza. È stato fatto tutto velocemente, senza le normative dovute. È un mio cavallo di battaglia strutturale e un qualcosa in cui credo per la crescita dei ragazzi, per riuscire a fare un percorso formativo in un club e nel momento migliore riuscire a introdurli in prima squadra".

Cosa si aspetta dall'Europeo Under 21, sia a livello tecnico che organizzativo?
"Abbiamo bisogno di queste manifestazioni, siamo una grande nazione e una grande federazione ed era giusto farla. Lo sport è un veicolo importante. Dalla squadra mi aspetto sempre il massimo, ogni nazionale italiana deve pensare così".

Al Milan sembra che sia tutto da buttare: è così?
"No, anche se è normale che alla fine si raccoglie quello che si è seminato. Quella che un mese fa sembrava una delle squadre favorite per arrivare in Champions, nelle ultime partite ha dimostrato dei limiti e raccolto sicuramente meno delle altre squadre. Mi sorprende moltissimo quello che Gattuso ha dovuto fare nell'ultima settimana e lo reputo giusto. Parla moltissimo di senso di appartenenza, qualche ragazzo non capisce, con superficialità, che maglia indossa e questo non va bene".

Per come è impostato adesso è giusto il fair play finanziario? Come commenta la situazione del Milan su questo fronte?
"Su alcuni punti è giusto, devi dare degli equilibri alle società. È stato discusso più volte nelle sedi istituzionali più importanti e dalle stesse società. Credo molto nelle regole e quindi nelle sanzioni. Sarebbe un brutto colpo, o un mezzo disastro se il Milan non andasse in Champions: si ritarderebbe la crescita e la ricostruzione di una squadra importante. Il Milan manca all'Europa e al vertice del campionato italiano. Mi auguro che riesca ad arrivare velocemente e a qualificarsi quest'anno, senza nulla togliere alle altre squadre in lizza".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account