10 Luglio 2020
News

"Le lacrime di Agnelli? Erano per la cifra della liquidazione di Allegri"

20-05-2019 10:16 - News
Puntuali come ogni lunedì, ecco i 'Pagelloni' del Prof. Enzo Bucchioni
Cari amici i fiumi si alzano, molti sono già sopra il livello di guardia e minacciano di esondare. Lo sapete di chi è la colpa? Del calcio, ovvio, in particolare delle lacrime di troppi allenatori, giocatori e dirigenti che hanno pianto tutti assieme, negli stessi giorni, nelle stesse ore. Un diluvio, Roba mai vista.
Allegri, Barzagli, Agnelli, Pellissier, Abate, De Rossi, Chiesa e forse ne ho dimenticato qualcuno, prima di dar loro il voto che meritano, vincono perciò un tir di fazzoletti di carta gentilmente offerti da una azienda internazionale.
Ora li analizziamo e diamo i voti uno per uno.
Cominciamo con Massimiliano Allegri, voto 9 ai suoi cinque anni Juventini. Voto 10 per l’addio, praticamente perfetto.
Vince il premio "Signori si nasce e io nacqui" alla carriera.
Un’azienda agricola produttrice di cipolle si è offerta come sponsor personale per l’allenatore caso mai ce ne fosse bisogno quando le lacrime finiranno.
Una casa discografica gli ha proposto di cantare la cover di Rain and Tears degli afrodites child. Ma ora non esageriamo. Allegri preferisce cantare "Una lacrima sul viso" di Bobby Solo.
Il Vernacoliere, voto 7, ha titolato
"E adesso la signora a chi la da?". La panchina, ovvio, sottinteso no O avete qualche dubbio? E il commento di Rocco e i suoi fratelli Siffredi, voto 6, recita: "Serve uno di grande esperienza". Lo stanno cercando.
Il titolista anonimo, voto 4, vince il premio "Portasfiga 2019" per il titolo Mai più Allegri. Al secondo posto della classifica con toccatina incorporata "Erano Allegri", voto 4,5.
Mi aspettavo anche "Dopo Allegri prende Tristi", non l’ho visto in giro e il voto me lo do da solo 2.
Osho ha commentato "Di questi tempi che non c’è niente da ridere, uno che si chiama Allegri da fastidio". E forse è vero.
Ma adesso Allegri cosa farà?
Il ministro Toni di nome e Nelli di cognome, voto 4, quello che predica l’entusiasmo e l’ottimismo ha deciso: con quel cognome lo prendo io. Allegri a capo dell’ufficio comunicazione di Toni Nelli è perfetto. La prossima assunzione sarà per Brilli. Questa voto 3
Ha telefonato anche Adani, voto 6-, che vorrebbe affidare ad Allegri il compito di ricopiare tutti gli schemi con le freccette del Manuale del calcio spettacolo che sta per pubblicare a doppia firma. L’altra è Arrigo Sacchi, voto 9 alla carriera.
Ronaldo, voto 8, si è intenerito. Per Allegri ha aperto la sua villa, l’ex allenatore può mettersi subito a fare il custode delle sue tartarughe. O se preferisce il garagista per le sue 204 fuoriserie.
Sulla vicenda è intervenuto anche Salvini, voto 5. Quando ha saputo che Allegri è di Livorno vuole conoscere da lui la storia del monumento ai quattro mori livornesi, vuole sapere da dove sono venuti, se avevano il permesso di soggiorno, se erano mori o mori mori al punto di essere neri. Allegri non ha rivelato nulla, ma Il monumento ora rischia di finire su un barcone alla deriva nel mediterraneo.
Cosa farà adesso Allegri nel tempo libero? Questo è un altro problema. Non ha ancora deciso come passeggiare con Ambra, voto 7, se a uomo o seguirla a zona.
Intanto all’inizio di giugno farà un viaggio a Madrid per vedere la Champions da vicino, l’unico modo che ha per toccarla. Ma Ambra s’è ingelosita, lo stadio dove si gioca la finale si chiama Wanda…non si sa mai.
Ha pianto anche Barzagli, voto 7,5 alla carriera.
E adesso cosa farà? Per lui in qualche modo è più facile. Aprirà un locale E indovinate un po’ come si chiamerà ?
Bar Zagli. Per me questa vale -3, roba da cime innevate.
C’è anche la soluzione B, aprire un negozio per rivendere tutte le sciarpe bianconere che ha raccolto durante il giro di campo che valgono più del suo ultimo ingaggio alla Juve. Al peso erano una tonnellata e mezzo.
Di De Rossi, voto 8 alla carriera, abbiamo già detto. Lui ha pianto di rabbia che è un po’ diverso.
Alla fine piangiamo anche noi, con l’addio di Barzagli e De Rossi chiudono gli ultimi due campioni del mondo del 2006 ancora in attività.
Ma non mettetevi a cantare Po po po po po, tredici anni dopo qualcuno potrebbe non capire e indicarvi semplicemente un bagno…. Cinismo. Voto 1---
E del pianto di Abate vogliamo parlare? Abbiamo idea? Dice che ora lo rimetteranno in convento. Brrrrr
Con questa possiamo chiudere e passare direttamente all’anno prossimo. Voto -1
E il mitico Pellissier, voto 6,5 alla carriera che chiude dopo una vita passata a urlare "Io speriamo che me la Chievo", neanche fosse un barese….? Questa la può capire soltanto Baragatti che ha agganci nelle Puglie voto altissimo
Durante i festeggiamento s’è venuti a sapere che in realtà questo Pellissier è il nipote di quello che giocava nel primo Chievo, ma sono in corso accertamenti.
Attenzione però, Pellisser è un piccolo caso. Singhiozza ininterrottamente dal novembre scorso. Ieri finalmente ha spiegato così "Mi sono messo a piangere nel vedere il primo allenamento di Ventura e non riesco più a smettere".
Non abbiamo parlato delle lacrime di Andrea Agnelli, voto 8, uno per ogni scudetto. E’ strano vedere un Agnelli in lacrime, soprattutto perché la decisione di licenziare Allegri l’ha presa lui. E allora? S’è pentito? Macchè
Piange dal momento in cui ha visto la cifra di liquidazione che spetta ad Allegri. Quasi quasi non lo licenzia più.
Ha intenerito vedere piangere anche il giovane Chiesa, voto 7. La Fiorentina rischia la B, lo comprendiamo. In realtà il singhiozzo è arrivato alla notizia che comunque andrà a finire Montella, voto 2, sarà ancora l’allenatore della Fiorentina. Me ne parleremo fra poco.
Bocciato anche Spalletti, voto 3. L’Inter è crollata a Napoli e ora rischia di perdere la Champions League. Di sicuro a fine stagione Spalletti lascerà i nerazzurri e visto che ha ancora il contratto, il presidente Zhang, voto 5, gli ha proposto due soluzioni. Fare il magazziniere dello stabilimento della famiglia Zhang a Pechino ma solo se indosserà una parrucca uguale a quella di Conte oppure, in alternativa, passare i prossimi due anni a svuotare il portacenere di Massimo Moratti. Deciderà a breve.
Restando in casa Inter e dintorni Wanda Amara, voto 7, vince il premio Pinocchio 2019 per la frase "Non abbiamo mai pensato di andare alla Juventus".
La stessa Wanda Amara registrerà oggi la cover di "Non sono una signora" dopo il commento sulle parole di Adani al gol di Icardi definito inutile. Adani, in sostanza, dovrà andare nel solito posto dove l’aveva mandato Allegri e per trovarlo non ha neppure bisogno della Google map
Questa volta bocciato anche Mazzarri, voto 4,5, per l’inattesa e clamorosa sconfitta di Empoli. Dice che Cairo, il presidente capitale, voto 6 sta pensando di cedere Inkulu. E’ stanco, ogni anno il campionato finisce sempre in quel modo lì. Inkulu, appunto.
Vedremo.
Osho, voto 4, ha commentato "Se giochi con Inkulu il destino sa già come si deve comportare".
Voto molto basso anche a Montella, facciamo due. Sta portando la Fiorentina in serie B e per la rabbia ha sfondato un cartellone pubblicitario e ferito leggermente un inserviente dello stadio di Parma. Vince un corso di wrestling gentilmente offerto da Delio Rossi, voto 5.
Non è stata un settimana facile neppure per i tifosi della Roma, voto 5, che hanno visto la Lazio vincere la coppa Italia, l’addio di De Rossi e il pari di Sassuolo tutto in pochi giorni. E’ in programma un corso di sopravvivenza organizzato da Pallotta, voto 3, al quale i tifosi potranno partecipare pagando una modica cifra che servirà a pagare gli stipendi dei giocatori.
Promosso invece Alino Diamanti, voto 7. Ora gioca nel Livorno. Aveva fatto un voto per la salvezza e a piedi è arrivato al santuario di Montenero che sovrasta Livorno.
Della vicenda si è interessato anche Salvini. Un monte nero in Italia? E’ in corso un’inchiesta
Diamanti però Ora ha un futuro. Vuoi fare un voto? Ci pensa Diamanti.
Le prime telefonate le ha ricevute da Preziosi e Della Valle, voto 4 . Due per Preziosi e due per Della valle.
Se il Genoa si salva l’anno prossimo Preziosi metterà in panchina il mago Otelma, tanto ormai gli allenatori li ha provati praticamente tutti.
Mentre Della valle ,se resta in A, ha garantito che farà lo sforzo di vedere almeno una partita della Fiorentina dal vivo nei prossimi dieci anni.
Attenzione però. In questo momento arriva una notizia. L’allenatore della Juventus per la prossima stagione sarà Lele Adani. Non ci credete? Perché no, in fondo se Conte è presidente del consiglio… Voto 0--- e buona settimana a tutti
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account