06 Maggio 2021
News

Longhi: "I titolini su De Ligt diventeranno titoloni esaltanti. Paquetà? Poteva stare zitto"

02-11-2019 10:22 - News
Bruno Longhi ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SULLE PROTESTE DI ANCELOTTI: "Ancelotti chiesto all'arbitro molto educatamente come mai non fosse andato al Var. Il tecnico si è sentito defraudato per una decisione presa dal direttore di gara. Giacomelli, a mio modo di vedere, doveva intervenire e dare fallo a favore o contro il Napoli. Ostinarsi a giudicare positivo l'arbitraggio di Giacomelli è controproducente e diseducativo nei confronti di chi segue il calcio".

SU DE LIGT: "Zidane, Platini e Boniek veniva da campionato in cui la pressione mediatica non era la stessa che c'è in Italia. Faticarono tutti all'inizio per poi entrare piano piano nel meccanismo della Serie A. Siamo ipercritici, giudichiamo un giocatore da un intervento sbagliato con il braccio. De Ligt è un giocatore che dimostrerà nel tempo, già in questo campionato, di che cosa è capace. I titolini diventeranno titoloni esaltanti".

SU MANDZUKIC: "Sta pagando il rifiuto di trasferimento al Psg. E' un caso che andrebbe rivisitato da un punto di vista mediatico".

SULLA SAMPDORIA: "La vedo male, non sta dando ciò che tutti si aspettano. La squadra è simile a quella dell'anno scorso ma il rendimento no. Tutto ciò che è avvenuto quest'estate circa l'ipotesi di vendita della società ha contribuito affinché la concentrazione non sia massima".

SULLA NECESSITA' DELL'INTER DI ACQUISTARE UN ALTRO ESTERNO DESTRO: "A livello numerico i giocatori ci sono, dobbiamo ancora vedere Lazaro. Forse serve qualcuno capace di fare la differenza".

SULLE LAMENTELE DI CONTE: "Mette l'accento su tutte le cose che non gli vanno bene. Ha ragione quanto tira in ballo le tante partite giocate, ma queste lamentele fanno capire che l'Inter possa ambire allo scudetto".

SU ICARDI: "Sono convintissimo che il fatto che a Parigi non sia leader come all'Inter, ridimensionandone la figura a livello mediatico, è tornato a fare gol concentrandosi solo sul campo".

SUL POSSIBILE CAMBIO DI MODULO DA PARTE DI CONTE: "Credo che il modulo adottato da Conte sia al momento il migliore in base ai giocatori a disposizione. Se giochi con due attaccanti, il 3-5-2 è l'assetto migliore".

SUL GENOA: "Ho visto un bel Genoa nella gara contro la Juventus, ha incantato il pubblico torinese. Bene anche nel secondo tempo contro il Brescia".

SULLE DICHIARAZIONI DI PAQUETA': "Poteva anche stare zitto. Non ha fatto cose straordinarie anche nella gara contro la Spal, finora non ha fatto niente per poter mettere in discussione il lavoro di Giampaolo".

SUL DERBY TORINO-JUVENTUS: "Da qualche anno non è più un derby equilibrato, vince sempre la Juventus. Anche questa sera penso che la Juve, alla luce della potenzialità dei suoi giocatori, possa spuntarla. Sempre che il cuore Toro non faccia la differenza".

SU CORINI: "Come si può esonerare un allenatore in base a quello che ha fatto il Brescia contro l'Inter? Corini sta facendo bene e merita la fiducia. A volte le partite sono decise dagli episodi, come il gol sbagliato a porta vuota da Balotelli".

SUL VAR: "Il problema non è il Var, ma il regolamento poco chiaro".

SU POLITANO: "Sta pagando il modulo 3-5-2 dell'Inter. Non è una mezzala e neanche un esterno a tutta fascia, potrebbe essere una punta. Conte lo mette in campo quando c'è da tenere il possesso di palla".

SU TUDOR: "L'esonero è giusto ma strano. Non capisco cosa sia successo nelle ultime partite, l'Udinese ha subito 11 gol. Non c'erano i prodromi affinché ciò accadesse vista la buona tenuta difensiva dei bianconeri nelle prime giornate di campionato".
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio