29 Settembre 2020
News

Sabatini: "Marotta ritiri la mozione di sfiducia verso Icardi. Podio di A, non ci sono discussioni"

24-08-2019 10:23 - News
Il nostro opinionista Sandro Sabatini ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

DA DOVE RIPARTE LA SERIE A: "Dalla Juventus che è la squadra più forte, anche se quest'anno vedo bene il Napoli, ha fatto passi in avanti. Non credo ci siano discussioni per il podio, dove andranno Juve, Napoli e Inter. Nella Juve sono stati inseriti il difensore più ambito di Europa, De Ligt, due centrocampista forti, Rabiot e Ramsey, oltre al rientrante Higuain".

SU ICARDI AL MILAN: "L'idea, probabilmente provocatoria, c'è stata. Il ragionamento è stato: visto che avete dato via in prestito sia Perisic che Nainggolan, date Icardi al Milan. Credo però che Marotta sia inorridito davanti all'ipotesi. Il rischio ora è di farlo andare a scadenza".

SULLE DIFFICOLTA' DELLA JUVE A VENDERE: "Paratici è nettamente in difficoltà a piazzare gli esuberi, ma anche Marotta è stato costretto dare via solamente in prestito Perisic e Nainggolan. Sono due dirigenti che insieme hanno lavorato molto bene ma che singolarmente, facendosi la guerra l'un l'altro, non rendono come prima".

SU PJANIC NEL MODULO JUVE: "Credo che sia un grande giocatore, la Juventus non ha punti deboli da un punto di vista tecnico e tattico. Il punto debole possono essere solo gli esuberi".

SUL MILAN: "Sulla carta me piace, ma voglio vederlo, anche in campo".

SUL TORINO: "Non penso andrà a vincere 0-2 in Inghilterra, ha compromesso la qualificazione nella gara di andata del play-off. I tifosi granata fanno bene a chiedere a Cairo quali saranno gli obiettivi e le ambizioni della società. Per certi versi il presidente del Torino somiglia a Lotito, perché è giusto rafforzare un po' la squadra dell'anno scorso".

SULL'ATALANTA: "La squadra e Gasperini sono forti e Percassi è un presidente straordinario, ma quella dell'anno scorso è stata un'impresa. Sulla carta i nerazzurri sono più forti rispetto all'anno scorso ma hanno anche più responsabilità, Champions compresa. Ha anche più pressioni, per questo credo sarà difficile ripetere il terzo posto centrato qualche mese fa".

SUL POTERE CONTRATTUALE DEI GIOCATORI: "Ce l'hanno, ma è un loro diritto esercitarlo. Lo dico in un periodo di populismo sfrenato, anche nel calcio. Nel contratto ci sono doveri da rispettare e diritti da esercitare".

SULLA ROMA: "Mi hanno detto e ho intuito che la Roma stia pensando a Kalinic. Il croato è un usato sicuro, anche se arriva da due anni negativi tra Milan e Atletico, oltre che da un Mondiale saltato quasi per intero. Può fare tranquillamente il vice-Dzeko".

SUI GIOVANI NELLE BIG: "Juve, Inter e Napoli, ma anche Roma e Milan, non hanno la possibilità di far crescere giovani. Ci vuole tempo".

SULLA FIORENTINA: "Ho guardato con simpatia sportiva la presentazione di Ribery. Tutto molto bello, ma invito i tifosi a un po' di calma, perché questa squadra era sotto 0-1 contro il Monza all'80°. Ribery non basta, ma l'entusiasmo di Firenze mancava al calcio italiano".

SULA RISCHIO MAIFREDI-BIS PER SARRI: "Non scherziamo, Sarri ha una carriera molto più ampia e rassicurante. Siamo l'unica nazione in cui si dividono gli allenatori tra "giochisti" e "risultatisti". Il bel gioco non è soltanto fare 10 passaggi di fila. Chi parla solo di gioco capisce niente di giocatori".

SUL POSSIBILE REINTEGRO DI ICARDI NELLA ROSA DELL'INTER: "Se fossi l'ad dell'Inter lo farei e se fossi l'allenatore nerazzurro lo metterei con Lukaku davanti a Sanchez. Questa situazione non fa bene a nessuno. A memoria non ricordo un autogol del genere sia da parte del giocatore che della società. La cosa migliore per entrambi, a questo punto del mercato e a poche ore dall'inizio del campionato, credo sia valutare un reintegro. Credo sia il caso che Marotta ritiri la mozione di sfiducia".

SU BALOTELLI: "Il Brescia gli darà affetto. E' all'ultima possibilità, deve tornare ad essere il grande giocatore che è".

SU MONTOLIVO: "Continua a stare al mare con la famiglia. Per me è una persona e un giocatore di grande eleganza, intelligenza e bravura. Non so perché non abbia trovato ancora squadra, forse non sono arrivate offerte all'altezza delle sue ambizioni. Mi dispiacerebbe se si ritirasse, vorrei vederlo alle prese con un'avventura un po' diversa. Merita un'uscita di scena migliore di questa".

SUL BOLOGNA: "La squadra è ancora difficile da decifrare, perché mi viene da pensare che la seconda metà della passata stagione sia stata tutto merito di Mihajlovic. Faccio però fatica a dire che i problemi della prima parte siano stati tutta colpa di Inzaghi. Sono indeciso, ma prescindere da questo dico forza Sinisa".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all'utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l'art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA' DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL'INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l'utente ha il diritto di ottenere:
- l'aggiornamento, la rettifica e l'integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l'interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l'indicazione dell'origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l'adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l'identificazione dell'interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l'adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.a.s., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio