13 Novembre 2019
[logo radio sportiva]
[logo radio sportiva]

News

Teotino: "Scelta di Pioli mi lascia molto perplesso. Inter? Per battere la Juve non basta Conte"

08-10-2019 10:22 - News
Gianfranco Teotino ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SUL MILAN: "Sono molto perplesso sulla scelta di Pioli. Se il Milan vuole cambiare Giampaolo, anche se per me è troppo presto per farlo perché quel tipo di allenatore richiede un tempo particolare, deve puntare su un tecnico di prima categoria. Se Spalletti non andasse in porto per una questione economica, come sembra, sarebbe abbastanza sorprendente, ma in questo caso dovrebbe puntare su un allenatore di pare categoria. Pioli è una brava persona ma non risolverebbe i problemi del Milan".

SU PAQUETA': "Giampaolo si è incartato sulla questione trequartista, non ha considerato Paquetà in quel ruolo perché lo riteneva non abbastanza decisivo nello stretto".

ANCORA SUL MILAN: "Il problema del Milan è che bisogna mettere in discussione anche le scelte dei dirigenti e non solo quelle di Giampaolo. In estate sono stati spesi molti soldi, ma io ho sempre avuto il sospetto che il mercato non fosse stato concordato con il tecnico. L'instabilità nel quadro sia dirigente che tecnico non aiuta il Milan, ma questo deriva dal fatto che la proprietà rossonera è a sua volta instabile. Non economicamente ma per il suo unico fine: mettere a posto i conti per rivendere la società".

SULLE GRANDI CESSIONI DELL'INTER: "L'Inter ha perso qualità in campo con la rinuncia a giocatori di grandissimo livello come Perisic, Icardi e Nainggolan. Sostituirli non è semplice perché erano i tre migliori calciatori nella rosa nerazzurra. L'Inter è a un livello superiore rispetto all'anno scorso sotto il profilo dell'autostima e della capacità di stare in campo, ma per battere squadre come la Juventus non basta l'allenatore, servono i giocatori".

SULLE DECISIONI ARBITRALI IN ROMA-CAGLIARI: "Le decisioni di Massa, viste e riviste, sono state giuste. Mi riferisco sia all'annullamento del gol che al rigore assegnato al Cagliari. Ciò che non è piaciuto è l'atteggiamento dell'allenatore, poco chiaro sul finale. Grave errore".

SU PJANIC: "Ho sempre pensato bene di lui, sta confermando il suo valore nell'ambito di un gioco che ne esalta le qualità".

SU KHEDIRA: "E' un grande giocatore perché interpreta il ruolo di mezzala in modo completo. Ha tempi di gioco ed inserimenti in area, garantisce un certo numero di gol. Questo lo pone più avanti rispetto ad Emre Can, anche se ha avuto molti problemi fisici nella sua carriera che hanno fatto sì che non andasse sempre al ritmo dei compagni".

SUL GENOA: "Spero che venga data un'altra possibilità ad Andreazzoli, la squadra non mi è dispiaciuta contro il Milan. Ha tenuto quasi sempre in mano la partita tranne che in quei 10' di follia. Preziosi è imprevedibile, vediamo".

SULLA SAMPDORIA: "Sono preoccupato, il problema non è principalmente l'allenatore ma il fatto che si sia indebolita durante l'ultimo mercato. Sono andati via Praet, Andersen e Defrel, in più era preventivabile che Quagliarella non ripetesse un'annata straordinaria".

SU SIMONE INZAGHI: "Non viene messo in discussione perché la Lazio vince giocando un calcio moderno. Alcune scelte di inizio stagione fatto però discutere, come la gestione di Immobile e del turnover in certe gare".

SUGLI OBIETTIVI DELL'INTER: "In Champions sarebbe già un grande risultato passare il girone, mentre in campionato la Juventus ha dimostrato di essere ancora un passo e mezzo avanti. La bravura di Conte, però, è tenere sempre la tensione alta. Con la Juve si gioca solo due volte in campionato, poi ci sono le altre avversarie contro le quali i nerazzuri credo che perderanno pochi punti. Per questo penso che l'Inter sia comunque in gioco per il titolo".

SU LAZARO: "E' stato rallentato da un infortunio, ma la sua storia è comunque strana. E' stato seguito molto dagli osservatori dell'Inter, che lo avevano presentato a Conte come giocatore molto offensivo. Il tecnico lo ha voluto lo stesso ma forse si sta accorgendo che fa fatica a fare tutta la fascia. Non è un caso che sulla destra, in questo momento, si alternino principalmente Candreva e D'Ambrosio".
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Sportiva e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radiosportiva.com). Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (redazione@radiosportiva.com). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Sportiva, Priverno S.r.l., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: redazione@radiosportiva.com
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio