"Low è uscito rafforzato dalla sconfitta con la Francia"

17-10-2018 14:13 -

Il giornalista di SportMediaset, Edoardo Grassi, è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare la sconfitta della Germania di ieri sera contro la Francia in Nations League. "Il risultato di 2-1 probabilmente è bugiardo, Low forse è uscito rafforzato, nonostante la settima sconfitta stagionale, che rappresenta il record assoluto nella storia della Germania. Il gioco della gara di ieri sera fa sì che il bicchiere sia mezzo pieno: si è visto un modulo nuovo (3-4-3) e tre giocatori nuovi (Kehrer, Gnabry e Nico Schulz dell'Hoffenheim) che hanno ben figurato. Il problema della Germania è un po' lo stesso dell'Italia: fatica a trovare un centravanti di livello internazionale. Non a caso il miglior attaccante della Bundesliga è lo spagnolo Alcacer. Werner, infatti, con il passare del tempo si è decentrato e uno sfondatore manca praticamente dai tempi di Klose. Poi c'è il discorso di Neuer, che non sta certo attraversando il suo miglior momento. Molti in Gertmania invitano Low a puntare su Ter Stegen, mentre Neuer non accetta le critiche.

SULLA CRISI DEL BAYERN: "Molti hanno trovato un nesso tra la crisi dei bavaresi e quella della Nazionale. E' così, perché Neuer e Boateng sono considerati logori, mentre Mueller viene ormai considerato un giocatore di seconda fascia da parte di Low. La squadra non ha un malessere di natura tattica o tecnica, ma c'è una rottura nello spogliatoio: i senatori non vedono di buon occhio la gestione Kovac. Alcune talpe dicono addirittura che Hoeness avrebbe già contattato Heinckess, adesso pensionato che porta a spasso i passeggini nella sua Moenchengladbach. Kovac è senza dubbio sulla graticola"