"Non si può bocciare Donnarumma per qualche errore"

21-10-2018 23:37 -

Durante il microfono aperto di Radio Sportiva, Enzo Bucchioni ha risposto alle domande degli ascoltatori sul derby di Milano e non solo. Ecco i passaggi principali:

Sulla partita: “L'Inter ha meritato di vincere anche se il gol è arrivato alla fine. Ha condotto una partita molto dura con contrasti al limite mentre il Milan ha espresso poca qualità e credo che il risultato sia giusto.

Su Borja Valero: “L'ho visto determinato e con capacità di interpretare quello che gli è stato chiesto. L'Inter ha poi cambiato assetto e poi ha fatto meno il trequartista. In quella posizione si trova bene e non è più un ragazzino, quindi non gli si può chiedere un ruolo a tutto campo. Per stasera lo promuovo ma in generale sta entrando con continuità e la sua firma sulle partite c'è sempre”.

Sull'Inter anti-Juve: “Dall'estate sembrava la principale antagonista dei bianconeri, poi se si inizia male il campionato è più difficile. La Juve è una macchina da guerra ma potrebbe anche fermarsi, come ha fatto ieri. Se l'Inter saprà fare tesoro degli errori altrui se la potrà giocare fino in fondo”.

Su Donnarumma: “Quando si punta su un portiere così giovane non lo si può bocciare per qualche errore. Sappiamo che è giovane e ha bisogno di completare il suo percorso, ma se lo mettiamo fuori gli tagliamo la crescita. Il Milan ci ha investito molto e non può abbandonarlo ora, se no doveva venderlo in estate”.

Su Gattuso: “Deve sempre vincere per essere accettato dai tifosi. La sua squadra poteva e doveva fare qualcosa di più, ha subìto la fisicità dell'Inter e non ha fatto bene il gioco in mezzo al campo. I rossoneri non possono essere soddisfatti dal derby, il gioco fatto dal Milan doveva essere più efficace e ha pagato il fatto che in mezzo al campo l'Inter avesse più uomini e il mancato ritorno dei due esterni. Però non ho visto un Milan così disastroso. Se i rossoneri sapranno metabolizzare positivamente questa partita potranno utilizzarla per crescere”.

Su Barella: “Non è ancora una certezza, ma ha un carattere incredibile, al debutto in Nazionale non si è fatto schiacciare dalle pressioni e si è comportato da veterano. A questo unisce una grande visione di gioco e recupera una gran quantità di palloni. Penso sia una base solida per il nostro calcio”.

Sul gioco del Milan: “Stasera non è emerso il buon gioco delle ultime uscite e ha fallito proprio dove doveva contrastare gli avversari con la qualità dei centrocampisti e di Calhanoglu. L'Inter ha unito alla grande fisicità anche una buona qualità di gioco che difficilmente aveva mostrato”.

Su Caldara: "Evidentemente Gattuso ritiene Musacchio più compatibile con Romagnoli. La Juve lo ha dato via per avere un giocatore pronto subito e per giocarsi la Champions".