"Mazzarri non è carente. Sono i giocatori che non recepiscono"

22-10-2018 11:05 -

Pierpaolo Marino è intervenuto al "Microfono Aperto" per parlare del derby e di altri temi del giorno. "Inter-Milan? Netto predominio territoriale dell'Inter. Risultato giusto che ha premiato la squadra che ha giocato meglio, più alta, più aggressiva e con il coraggio di volerla vincere. Spalletti ha vinto il match contro Gattuso. L'ha impostata meglio. Gattuso dovrebbe dare maggiore minutaggio a certi giocatori, Cutrone su tutti. Donnarumma? Ancora oggi sarebbe giovane per un debutto. Nel ruolo di portiere la maturità arriva a 25-26 anni. Lui ed il Milan sono prigionieri di un contratto troppo lungo. Il suo errore nel derby? C'è anche la complicità di Musacchio che si perde Icardi e un pò anche di Abate che doveva fare la chiusura. Portieri per la Nazionale? Come potenzialità, se stesse bene, Meret è fortissimo. Così come Perin, un portiere dal grande rendimento. Ma non butto a mare le qualità di Donnarumma. Carrera esonerato? Ottimo professionista. Sono dispiaciuto ma la realtà russa è molto difficile. Juve? Allegri ha ragione a dire che quando va in vantaggio esce con la testa dalla partita. Bonucci? E' rimasto sorpreso di ritrovarsi la palla in gioco e ha commesso la leggerezza di perdersi l'avversario. Sono cose che non dovrebbero capitare a quell'età ed esperienza, ma rimane pur sempre un episodio. Mazzarri? Lo stimo come tecnico, non è carente nel saper istruire i giocatori riguardo l'agonismo e la cattiveria. Sono i giocatori che non recepiscono a pieno i messaggi del tecnico".