"Bernardeschi in panchina? Non si senta riserva"

27-10-2018 10:28 -

Massimo Drago, tecnico che ha ben conosciuto Bernardeschi e la Serie B nella sua esperienza a Crotone, ha parlato della Serie A che sta tornando ai nostri microfoni. Ecco di cosa abbiamo parlato.

Sul caos Serie B: “Si continua a lavorare nel caos più totale. Penso al collega Boscaglia dell'Entella, non si può gestire una situazione così ma purtroppo bisogna adeguarci anche se stiamo ridicolizzando il mondo del calcio. Quest'anno ne abbiamo viste di tutti i colori ed è davvero paradossale”.

Su Empoli-Juventus: “Vedendo l'Empoli non penso che possa snaturarsi: alcuni allenatori riescono a cambiare sistema di gioco ma non hanno identità precisa. La squadra di Andreazzoli fa a memoria il 4-3-1-2 e penso che difficilmente cambierà. La Juve è una spanna superiore a tutte le squadre di Serie A”.

Su Bernardeschi: “La storia di questo campionato dice che la rosa della Juventus è superiore perché chi entra fa la differenza e questo si è visto sin dalla prima giornata con il Chievo. Non ci sono riserve in un gruppo così forte e penso che Allegri stia gestendo in modo perfetto tutto il gruppo. All'occorrenza Federico può fare anche la mezz'ala, ma penso che dall'inizio ci siano giocatori più adatti per quel tipo di ruolo: nel corso della partita può farlo”.

Su Atalanta-Parma: “D'Aversa è stato bravo perché gli sono arrivati giocatori importanti solo negli ultimi giorni. Lui li ha inseriti in poco tempo e gli va reso onore: avevano già una buona rosa dalla Serie B e servivano alcuni ritocchi, penso che possa dare fastidio a molte altre squadre. Sorpresa? La è per i risultati ma non per il gioco”.