"Per l'Inter arrivare seconda sarebbe vincere lo scudetto delle altre"

29-10-2018 23:39 -

Nel Microfono Aperto serale Bruno Longhi ha risposto alle domande degli ascoltatori.

"Vincere qualcosa sarà difficile per l'Inter, in Champions non è facile perché si è visto il gap con il Barcellona ed in campionato c'è sempre una Juventus con cui fare i conti.
Simone Inzaghi? Se non sbaglio la Lazio non batte da un anno una big, ma lui ha comunque portato una squadra che non ha il potenziale delle altre a lottare per Champions e questa è già un'impresa.
Su Conte si dice ci sia il veto di qualche giocatore, con Diego Costa che ne ha parlato male in Nazionale ai senatori del Real Madrid
Alla Fiorentina non manca nulla ma insieme ad altre squadre come il Torino hanno comunque un potenziale inferiore a 5/6 squadre, quindi se le cose vanno bene possono ambire ad un posto EuropaLeague.
Prima era ne carne ne pesce, Brozovic da quando è stato messo a centrocampo sta dimostrando di essere un giocatore vero e sta giocando ad alti livelli
.
La Juventus è fuori concorso, se l'Inter dovesse arrivare seconda avrebbe vinto il campionato delle altre, non si può considerare Spalletti un perdente se dovesse succedere.
Per l'Inter sono 6 vittorie di fila, 6 gol di Icardi, 6 gol al passivo che ne fanno la miglior difesa del campionato.
Contro le difese italiane sempre attente uno come Mandzukic è quasi indispensabile, in campo europeo la Juventus gioca più sul piano della tecnica.
Difficile trovare a gennaio un campione che cambia equilibri, in questo momento l'obiettivo dell'Inter deve essere il secondo posto in A mentre in Champions non è attrezzata per poterla vincere ma può fare strada.
Ieri il Napoli ha surclassato la Roma ma Insigne stranamente non ha visto la porta, Milik dal punto di vista realizzativo non vale Icardi
L'Inter con Sassuolo e Parma è stata penalizzata dagli arbitri ma non era l'Inter che gioca come oggi e per esempio con la Fiorentina vinto senza meritare. La svolta per me c'è stata nel secondo tempo a Genova con la Sampdoria.
Nel Milan c'è stato il ricorso a Cutrone che inzialmente doveva essere l'uomo utile a partita iniziata, così Higuain può muoversi di più ed è un sistema che sembra funzionare ma che la squadra rossonera deve metabolizzare, servono conferme".