"Milan, Casadei riadatterà il loro classico in 'Romagnoli mio'"

05-11-2018 10:18 -

Come ogni lunedì, ecco i pagelloni del Prof. Bucchioni:

PROMOSSI
E’ ancor negli occhi di tutti il gol del Milan all’ottavo minuto di recupero
Promosso
Romagnoli che dopo la rete in extremis al Genoa, ieri sera ha fatto il bis a Udine
A questo proposito il fondo Elliott proprietario della società rossonera sta cercando di cambiare l’inno del Milan. E’ stato convocata l’orchestra Casadei, potrebbero riadattare il loro classico Romagna mia, in Romagnoli mio.
Il giocatore potrebbe anche diventare testimonial della piadina.
Essendo un difensore, invece ha detto no al ballo liscio per comprensibili ragioni.
Intanto visto l’andamento delle ultime partite i tifosi del Milan al momento dell’acquisto del biglietto riceveranno anche l’abbonamento omaggio per partecipare a un corso di resistenza e di sopravvivenza per superare meglio le emozioni forti. E’ prevista anche una passeggiata sui carboni ardenti. In alternativa un corso di apnea perché ormai rimanere senza fiato negli ultimi minuti è una costante di questa squadra.
Soddisfatto anche il ministro Salvini, tifoso rossonero, che ha commentato: “Se i gol li segnano i Romagnoli sono contento è il trionfo del centro-nord, ora aspetto i lombardi, i veneti e i piemontesi”.
Marzullo ha commentato: “Io che sono napoletano se sogno Romagnoli mi devo preoccupare o si devono preoccupare i romagnoli se sognano Marzullo”. Buona la seconda.
E per Romagnoli voto 8

Celebriamo anche l’Inter. Dopo la vittoria per cinque a zero sul Genoa si è riunita d’urgenza una speciale commissione del vaticano per discutere della posizione di Luciano Spalletti , voto 8.
Si cercherà di capire se per il caso Joao Mario trattasi di vera e propria resurrezione. Testimone principale Domenichini, il secondo di Spalletti, che dovrà confermare le parole dette al portoghese al momento del riscaldamento, “Joao, alzati e cammina”.
Oggi all’Università del padule di Fucecchio, Spalletti parlerà sul tema “Da Lazzaro a Joao Maio, similitudini e differenze.
Intanto la Santa Sede ha autorizzato l’allenatore ad andare in panchina con l’aureola, per i tifosi dell’Inter è già santo. La prova decisiva per la beatificazione sarà però il tentativo di resurrezione di Gabigol.
Bruno Vespa ha pronta una serata di Inter a Inter per parlare del Settimo segreto della Pinetina. La trasmissione si farà direttamente nel salotto dell’attico del cardinale Bertone.
In attesa, dal sacro al profano, si è presentato alla Pinetina il mago Otelma per carpire i segreti di Spalletti. Ma non solo Joao Mario, è resuscitato anche Gagliardini.
Il titolista anonimo non ha perso l’occasione “Sono tutti Gagliardini” non poteva mancare nella collezione dell’orrore.
Sorpreso anche il presidente Zhang, detto Zhanghete, non aveva riconosciuto Joao Mario, pensava fosse Borja Valero. Evidentemente è abituato ai cinesi che sono tutti uguali.
Nel frattempo per Spalletti 8
Joao Mario 7 Gagliardini 7, 5

A proposito di resurrezione, sono tornati al gol tutti i bomber
Dybala ha segnato dopo 44 secondi, un record.
Il Vernacoliere ha scritto “Così non c’è gusto, ma lo sa che si dura novanta minuti”. Il commento è titolato La Gollaxio Precox, si può curare.
De Laurentiis, con due ii, ha pronta la sceneggiatura del film western “C’è Dybala, hai chiuso” il piede più veloce del campionato.
Intanto Dybala voto 7, 5

Doppietta di Mertens, Immobile e Belotti.
Vincono il premio alla carriera “Laterza è solo un editore”
Per tutti voto 7,5
Mezzo punto in più per Immobile che in diretta tv ha fatto una dedica speciale alla moglie. Sarebbe la famosa Donna Immobile. Per questa mi ammollo subito un bel due.
Comunque dal mitico “Irina te amo” di Batistuta urlato a una telecamera sono passati più di vent’anni, ora “Jessica ti amo” è diventato virale. L’importante non lo sappia Moccia che è capace di scriverci sopra un libro. Suggerisco il titolo : “Tre metri sopra la traversa”.
Immobile con 92 gol in A ha superato anche un mostro come Van Basten fermo a 90
voto 8 a Immobile
Per Belotti, 7,5, scatenato il titolista anonimo. “il Gallo canta due volte” me l’aspettavo. Il Bello di Belotti ne avrei fatto anche a meno. Comunque grande Toro. Il presidente capitale dell’Egitto esulta. Senza Mazzarri squalificato In panchina c’era Frustalupi uno che di questi tempi farebbe comodo anche per stimolare la Roma, Frusta---Lupi. Brrrr Con questa voto 1

BOCCIATI
Preziosi Enrico detto Giochi Preziosi
Dopo il “Piccolo Chirurgo” e il “Piccolo falegname” sta per lanciare sul mercato “Il Piccolo allenatore di calcio”. Ci sta giocando lui da tempo e dice che è molto divertente.
“Un allenatore al giorno leva il medico di torno” è la sua formula segreta di lunga vita.
Dopo Ballardini ora rischia anche Juric.
E se tornasse Ballardini? Nessuna meraviglia
Intanto Preziosi vince il premio “Zamparini” alla carriera
Voto 4

Bocciato anche Verratti
Sorpreso con un tasso di alcool fuori norma e fermato dalla gendarmeria parigina
Ora Verratti farà parte della commissione speciale della grappa Nonino per scegliere il miglior distillato dell’anno.
Pare che il Paris Saint Germain d’ora in avanti lo farà giocare con una botticella al collo uguale a quella dei san bernardo.
Verratti si è giustificato dicendo che da quando era bambino, ascoltano Tutto il calcio minuto per minuto, che gli dicono che bisogna brindare se la squadra del vostro cuore ha vinto. Il problema è questo: il Paris Saint Germain vince sempre
Voto 4
Diciamo però che Verratti si è scusato e i francesi non sono più quelli di una volta, oggi è il compleanno di Verratti e dallo champagne alla gasosa il passo può essere breve voto 2

Bocciata anche la Fifa e la Uefa al centro di uno scandalo sul fai play finanziario e altre amenità varie.
Dove sta la novità? Voto due
Il Vernacoliere ha titolato “Viva la Fifa”. Consoliamoci così voto 2

Bocciato anche Conte che s’è permesso di citare in giudizio Abramovich. Gli chiede 23 milioni di danni, va a finire che la Russia o ci dichiara guerra o ci compra direttamente. Spiegate a Putin che questo Conte non ha niente a che fare con il presidente del consiglio

Voto 4
Bocciato anche Higuain che ha lasciato il campo per una botta alla schiena dopo una mezz’oretta di Udinese- Milan.
In regalo un tir di cinture Giboud gentilmente offerte e una tonnellata di Aulin che può far sempre comodo.
Se poi scopri che domenica c’è la Milan-Juve e ti spieghi tante cose per Higuain voto 5
E un coretto classico dello spogliatoio “Chi si estranea dalla lotta…”

Chiudiamo in bellezza con il nostro più affezionato amico
Giampiero Ventura voto 0---- che sta coinvolgendo nel disastro del Chievo anche giocatori positivi come Giaccherini voto 4 o giovani sconosciuti come tal Tanasijevic voto 2
Ventura vince per l’ennesima domenica il premio Tafazzi 2018 per la frase “Voi penserete che sono un demente, ma sono contento”. Mai pensato, ma intanto Vince il premio “Cuor contento il ciel l’aiuta”.
Dopo la terza sconfitta su tre partite dirette, si racconta che l’obiettivo di Ventura sia quello di arrivare a Natale con il -1 di oggi, sottozero può accendere il camino in pace.
Guardando i numeri, lo 0-0 contro la Svezia rischia di diventare il suo miglior risultato dell’anno.
Il titolista anonimo si interroga, Ventura, ma quanto dura?

Giaccherini in stato confusionale entra direttamente nel Guinness del calcio. Ha segnato un’autorete di petto nella sua porta sguarnita. Voto 4. S’è vendicato di Ventura, contro la Svezia voleva esserci anche lui. Tanasijevic invece ha preso due gialli in quattro minuti, dieci minuti dopo essere entrato. Dice che ne aveva già abbastanza, ma aspettiamo conferme. Voto 2

Imbarazzante il silenzio del presidente Campedelli. Riflette. Nel caso volesse cambiare allenatore visti i gusti, mi permetto di suggerire uno fra Prandelli o Lopetegui, tanto per andare sul sicuro. Voto 2
Chiudo facendo i complimenti a Pecco Bagnaia, campione mondiale di Motodue voto 8.
Ma nell’euforia il titolista anonimo s’è evidentemente eccitato “Sul Pecco del mondo” voto 2. Se volete stanno andando a Pecco.

Ultim’ora mentre stiamo per andare in macchina come dicevano una volta quelli che avevano solo la bici.
Pare che tale Kretinsky un magnate ceco abbia voglia di comprare la Roma. Kretinsky? Nel calcio bastano già quelli che ci sono voto 4 di scoraggiamento.