"A Cremona per vincere, lavoriamo sodo con Rastelli"

15-11-2018 16:44 -

Claiton Dos Santos, difensore della Cremonese, è intervenuto ai nostri microfoni parlando della stagione in grigiorosso e non solo. Ecco cosa ci ha raccontato:

Sul suo ruolo: “Mi sono trovato molto bene sin dall'inizio in una società seria. Si lavora bene e serenamente e per un calciatore è il massimo. Ho scelto per il fascino della società e per il modo in cui si lavora”

Sulla stagione: “Nell'ultimo periodo non sono arrivati ottimi risultati, ma per ora siamo in linea con i nostri obiettivi. Lavoriamo di domenica in domenica e questa pausa ci è servito anche dopo il cambio dell'allenatore. Vogliamo recuperare dalle ultime partite”

Sull'esonero di Mandorlini: “A livello di gruppo non c'è mai stato problema, lo abbiamo sempre seguito. Purtroppo i risultati sperati non erano quelli raggiunti. Nessuno si aspettava l'esonero e ci dispiace. Rastelli non ha bisogno di presentazioni e ha fatto sempre bene ovunque sia stato. Interpreta il calcio in modo propositivo e può fare bene anche qui”.

Su Paulinho: “Il mio rapporto con lui è ottimo siamo quasi fratelli. Mi dispiace vederlo fuori e spero possa rientrare presto. Sappiamo quanto sia un giocatore importante e ha fatto capire quanto possa essere di alto livello”.

Sugli obiettivi: “Non ci dobbiamo porre limiti, ma lavorare sempre sodo di partita in partita. Siamo un bellissimo gruppo composto da giocatori bravi ed esperti. Lavoriamo serenamente di partita in partita per muovere la classifica. Personalmente non ho un obiettivo e penso a lavorare e al gruppo”.

Su Davide Nicola: “Sono contento per la sua nuova avventura, è un allenatore molto preparato e pronto. Spero che faccia molto bene a Udine dove troverà un ambiente sereno e adatto a lui. Il ricordo più bello dell'impresa di Crotone è stata l'ultima gara con la Lazio in cui c'era in ballo una salvezza e lui è stato il vero artefice della salvezza”.

Su non affrontare CR7: “Mi trovo bene in questo campionato, mi avrebbe fatto piacere giocarci contro ma vederlo in tv mi basta, può portare bene al calcio italiano”.