"Quattro gironi da 8 squadre: ecco come potrebbe essere la nuova Champions"

21-11-2018 16:22 -

Il giornalista de "La Stampa", Guglielmo Buccheri, è intervenuto a Sportiva per commentare i nuovi format delle competizioni europee per club.

SULL'INCONTRO TRA AGNELLI E CEFERIN: "L'elemento principale dell'incontro di ieri a Bruxelles è stato suggellare un accordo tra l'Eca e la Uefa perché le rivelazioni di Football Leaks pensavano di mettere in evidenza una spaccatura in merito alla creazione di una Superlega. A questo ragionamento si lega, sullo sfondo, la posizione della Fifa. Uno dei temi che sta più a cuore della Uefa è di armonizzare i calendari e questo ragionamento si va a scontrare con il ragionamento del presidente della Fifa che vorrebbe allargare il Mondiale per Club a 24 squadre".

SULLA PROSSIMA CHAMPIONS DAL 2024: "Da qui al 2024, Ceferin e Agnelli sono stati un po' vaghi, ma credo che la terza competizione si collocherà al di sotto delle due attuali, con delle promozioni e retrocessioni, in stile Nations League, legate alla nazione di appartenenza. Poi, l'idea sarebbe di far giocare più partite in Champions League fin dalla fase a gironi. Una delle idee sarebbe quella di fare 4 gironi da 8 squadre, così ogni club giocherebbe 14 partite rispetto alle 6 attuali. Ovviamente con accesso diretto ai quarti di finale".

SUL VAR: "Credo che Ceferin sta studiando una nobile exit strategy per annunciare dai primi di dicembre che il Var verrà introdotto negli ottavi di Champions League. Molti sostengono il principio che non si possa iniziare una competizione in un modo e finirla in un altro, ma nella Champions League tra la fase a gironi e l'eliminazione diretta c'è un profondo solco, è come se se fossero due manifestazioni staccate all'interno della stessa".