"Se l'offesa è rivolta a una sola persona, l'arbitro deve intervenire drasticamente"

24-11-2018 11:01 -

Bruno Longhi è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SULLA PROPOSTA DI ANCELOTTI: "Se si colpisce continuamente il portiere quando rinvia, o Mourinho perché è un nemico giurato di una squadra, o un giocatore perché di colore, o Napoli come città, si deve intervenire, quando ci sono degli ululati generalizzati no. Poi che lo stadio debba essere una bolgia, quello è fuor di dubbio: è un momento di svago e pure di sfogo.Se l'offesa fosse indirizzata su una persona, con uno stillicidio continuo, in questo caso l'arbitro dovrebbe intervenire in maniera drastica. Odio il tifo contro, ma non so come riusciremo ad arrivare al tifo a favore. se gli inglesi sono riusciti a far sì che lo stadio sia un happening, perché non dobbiamo arrivarci noi, che non abbiamo nulla da invidiare a loro?".

SUL CASO SERGIO RAMOS: "La situazione è abbastanza nebulosa, ma non abbiamo gli strumenti per entrare dove sono entrati quelli di Football Leaks. Vediamo se ci sarà un'ulteriore indagine".

SU IBRAHIMOVIC AL MILAN: "Avendo seguito tutto l'iter della sua carriera, dall'Ajax in avanti, dico che ha un peso e un'incidenza, anche adesso a 38 anni, che può dare quel quid in più al Milan per tentare l'aggancio alla Champions League. C'è molto di vero sul fatto che possa arrivare a gennaio: le basi dell'accordo sono state gettate, ma non dimentichiamo che il Milan deve attendere la sentenza Uefa sul financial fair play".

SUL DERBY DI GENOVA: Se dovessi rifarmi agli ultimi 5 derby, dovrei far pendere l'ago della bilancia a favore della Sampdoria, che però non sta attraversando un buon momento. Lo vedo molto equilibrato".

SULL'INTER DI MAROTTA: "Se sarà più italiana? Non penso che l'Inter, per come sta funzionando a livello societario, abbia questo desiderio. E' un club che pensa di migliorarsi per tentare di dar fastidio alla Juve, indipendentemente dal fatto che acquisti giocatori italiani o stranieri".