"A Empoli partita surreale: non segnavamo neanche di mano a porta vuota..."

24-11-2018 11:56 -

Daniele Muraro , presidente dell’Associazione Udinese Club, è intervenuto in diretta a Sportiva per presentare il match di oggi pomeriggio contro la Roma.

SULL'AMBIENTE E IL MOMENTO DELLA SQUADRA: "Il sostegno non manca mai, anche perché il campionato è ancora lungo... Il cambio in panchina ce lo aspettavamo: Velazquez aveva fatto vedere qualcosa di buono, ma 9 punti in 12 partite sono troppo pochi. Speriamo di fare risultato perché non siamo messi benissimo in classifica.
La partita di Empoli è stata surreale: abbiamo fatto 31 tiri e abbiamo perso 2-1. Non riuscivamo a segnare neanche di mano a porta vuota. Lasagna è in un momento nero, non riesce a segnare, ma nel momento in cui si sbloccherà tornerà quello dell'anno scorso. Non abbiamo alternative, quindi dobbiamo fare quadrato, cercare di fare punti e uscire da questa situazione".

SULLE RESPONSABILITA' DELLA SOCIETA': "Se siamo da 4 anni in questa situazione, la società non è esente da colpe. Oggi ci troviamo con pochi attaccanti, quindi uno sforzo per prendere un giocatore da 15 gol quest'estate si poteva fare. La squadra a livello di centrocampo non è costruita male e 9 punti in classifica non rispecchiano il valore di questa squadra. Speriamo che Nicola riesca a tirar fuori tutto dai giocatori che abbiamo".

SUI SINGOLI: "Quest'anno mi ha sorpreso Pussetto, perché è cresciuto e sta facendo vedere cose buone che non credevo, perché pensavo avesse bisogno di più tempo per ambientarsi. Fofana e De Paul quest'anno si devono consacrare. Fofana fisicamente è devastante, ma tatticamente è indisciplinato, va dove vuole lui".