"In Francia i tifosi non osteggiano così tanto il PSG come viene osteggiata la Juve in Italia"

26-11-2018 12:14 -

Così il nostro Sandro Sabatini al Microfono Aperto: "Il calcio va interpretato come uno sport, non come un fanatismo religioso, altrimenti si fa la fine del superclasico in Argentina. Diamoci una regolata. In Francia i tifosi non osteggiano così tanto il PSG come viene osteggiata la Juve in Italia. Attenti a esasperare. Roma? Tutti se la prendono con Di Francesco e i giocatori. E' tutto legittimo, ma pochi notano che la Roma non ha un rigore a favore da quasi 30 partite. In altri casi si sarebbe gridato al complotto arbitrale. Ci vuole una giusta misura. Campionato già assegnato? La Juve ha un calendario difficilissimo nelle prossime 6 giornate. L'Inter è in progresso e il Napoli non sta facendo qualcosa di rovinoso. I conti si fanno alla fine, senza pensare che sia sempre colpa degli arbitri. Icardi? Le statistiche dicono che di palloni giocabili ne ricevi pochi. Senza di lui i centrocampisti si inseriscono di più? Credo sia un'impressione, un'illusione ottica. Keita? Giocatore molto bravo ma anche molto discontinuo. Necessita di un'immediata conferma dopo la partita con il Frosinone perché Spalletti gli sta dando fiducia. Zamparini? Aspetto il comunicato ufficiale. Multiproprietà nel calcio? Se sono in regola e pagano le tasse, lo possono fare. Infortuni calciatori? Non sono un commercialista ma ci sono le assicurazioni private e più specifiche che coprono gli infortuni. Nazionale e Coppa Italia? Mi piacerebbe le partite fossero concentrate in un periodo"