"Perin gioca poco per far prendere più credito a Szczęsny"

30-11-2018 16:04 -

L'ex portiere della Juventus e del Napoli Emanuele Belardi è intervenuto a Radio Sportiva per parlare dei vari dualismi nelle squadre di serie A a livello di numeri uno.

"Per Perin approdare in uno dei club più importanti d'Europa era un'occasione importante, forse pensava di trovare più spazio e sinceramente non capisco perchè ne abbia trovato così poco. Forse l'anno scorso fra Buffon e Szczęsny i ruoli erano definiti, mentre quest'anno fra Szczęsny e Perin lo sono meno: forse il fatto che Perin giochi così poco è per far prendere più credito a Szczęsny. Giocare poco non è mai facile, sostituire Buffon è molto complicato e io lo so bene: oggi la Juve comunque ha due ottimi portieri. Ospina è un portiere interessante, molto sudamericano nel modo di parare ma efficace; Karnezis non è da grande club ma è un ragazzo attento; spero che Meret non si faccia più male perchè l'Italia conta tanto su di lui e a noi servono i portieri giovani e forti. Cragno lo avevo visto giocare in B e avevo dei dubbi sulla sua fisicità invece sta ben figurando anche nella massima serie e così sta facendo anche Audero. Donnarumma ormai ha più di cento partite in serie A ed è in pianta stabile in nazionale: ha fatto talmente bene il primo anno che non sembrava nemmeno un portiere giovane, poi con la continuità sta andando nella normalità ma è comunque un '99 quindi stiamo parlando di un fenomeno".