"Alla Lazio mancano top player sotto l'aspetto caratteriale"

06-12-2018 16:35 -

L'ex tecnico della Lazio, Mimmo Caso, è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare il momento della squadra di Inzaghi.

SUI TRE PAREGGI CONSECUTIVI: "Lotito ha detto che la Lazio è come una Ferrari? Bisogna vedere cosa si intende per Ferrari: di solito queste arrivano prime o seconde nei gran premi di Formula Uno. Lotito probabilmente lo ha detto per stimolare l'ambiente, perché visto che le ultime prestazioni non sono state all'altezza, chi è a capo della società deve intervenire. La società deve tutelare il buon lavoro che ha fatto fino ad oggi Inzaghi, a parte la mancata qualificazione in Champions della scorsa stagione, che è una macchia pesante".

SUL RITIRO: "Sono situazioni che lasciano il tempo che trovano: se viene fuori una sconfitta si dice che è stato negativo, se arriva una vittoria che la squadra si è ricompattata. La Lazio sta facendo un grosso lavoro, ma è una squadra che non ha quei top player che gli fanno fare il salto di qualità dal punto di vista caratteriale. Anche quest'anno per esempio, quando ha incontrato il Milan, non ne ha approfittato, quindi vuol dire che sotto l'aspetto caratteriale gli mancano giocatori che facciano fare il salto di qualità. Negli anni hanno sempre fatto ottime cose, ma hanno sempre mancato il rush finale. E questo lo danno i campioni, non i ritiri. Purtroppo alla Lazio mancano giocatori come Cristiano Ronaldo alla Juve, che ti fanno fare il salto di qualità in maniera straordinaria".

SULLA ROSA: "Non c'è differenza con l'anno scorso, perché al posto di De Vrij è arrivato Acerbi, che è un giocatore di grandissima professionalità e di grandissimo rendimento. La Lazio non si è fatta trovare pronta nelle prime due partite di campionato e questo è l'unico vero neo. Non hanno sfruttato il fatto di essere una squadra già rodata da diversi anni".