"Su Pandev perché non viene usato il VAR? Gli arbitri sembrano dei Tafazzi"

16-12-2018 23:23 -

Enzo Bucchioni, durante il microfono aperto con gli ascoltatori di Sportiva, ha risposto alle domande in diretta. Ecco le sue considerazioni:

Sugli episodi da rigore: "Il penalty su Zaza in Torino-Juventus ci poteva stare. Siccome c'è una tecnologia a disposizione che consente di sbagliare di meno, vogliamo usarla? A me piaceva il VAR dell'anno scorso senza il nuovo protocollo.
Anche in Roma-Genoa c'era un chiaro rigore su Pandev ma l'arbitro non è andato al monitor. Così abbiamo di fronte un VAR rattoppato. Non credo alla dietrologia della grandi aiutate a scapito delle piccole, ma spero che Rizzoli cambi qualcosa anche per perdere 30 secondi in qualche episodio che non torna".

Sulla Juventus europea: "Ho visto progressi nella mentalità della Juventus in Europa. La squadra con l'arrivo di CR7 è cresciuta tanto. In questo momento con tanti impegni ha il freno a mano tirato e a marzo tireremo le somme perché il campionato è lungo, come spesso dice Allegri".

Sul rigore non concesso al Genoa: "Di Bello era in linea perfetta con l'azione del rigore non concesso a Pandev e le mani di Florenzi spostano il macedone apertamente. Un arbitro professionista non può fare un errore così
. Dopo anni è stata introdotta la moviola in campo e non viene usata? Mi sembra che ogni tanto questi arbitri siano dei Tafazzi".

Su Conte: "So che non vuol prendere le squadre in corsa per un suo modo di fare calcio. Anche se l'Inter non dovesse rispettare gli obiettivi non penso che lui sarebbe pronto a subentrare. Per il futuro dipenderà dai risultati
. In ogni caso un grande dirigente come Marotta valuterà la crescita del gruppo anche a livello psicologico e se le idee sono giuste. La valutazione andrà fatta a fine stagione".