"Il Milan ha bisogno di un giocatore di personalità e Ibra era un'operazione intelligente"

17-12-2018 11:27 -

Paolo Paganini, giornalista di Rai Sport, è intervenuto nel "Processo" per parlare di mercato e non solo: "Icardi? Ha un contratto che scade nel 2021, l'Inter ha fatto un'offerta che raddoppia o quasi l'ingaggio... ma il nodo è legato alla clausola rescissoria, che è abbordabile ma l'idea di Marotta è quella di levarla. Credo si andrà dopo le feste per chiudere questa cosa. Dopo la partita con l'Udinese Marotta ha avuto parole molto importanti per lui. Spalletti? E' un tipo un pò particolare, è abituato a prendere di petto le situazioni e l'arrivo di Marotta fa bene a lui e all'Inter. Per le relazioni che ha sempre avuto, Marotta può alzare molto l'asticella dell'Inter soprattutto a centrocampo, tra cui Modric e Barella. L'altro obiettivo importante è Chiesa, sacrificando Perisic. Pogba? La strategia generale di Raiola è che dopo tot tempo bisogna muoverli per capitalizzare. Stanno cercando di capire chi sarà il nuovo allenatore del Manchester, dato che Mourinho è al capolinea. Pogba alla Juve? Operazione difficile e complessa, non credo venga ceduto in prestito, ma dipende anche dalla volontà di Raiola dato che sul giocatore tutte le società ci stanno andando sopra. Milan? Il mercato lo devo ancora capire e mi sembra abbastanza fumoso. Il Milan ha bisogno di un giocatore di personalità e in questo senso Ibra era un'operazione intelligente, perché conosceva l'ambiente e Gattuso. Higuain? Difficilmente il Milan lo riscatterà a giugno, lo vedo più verso il Chelsea, perché Sarri lo vuole e con lui ha fatto i migliori campionati".