"Il dopo-Mou? Favorito Pochettino, per gioco e lavoro coi giovani"

20-12-2018 13:17 -

Luca Manes, giornalista di "Calcio 2000", è intervenuto in diretta a Sportiva per parlare del momento del calcio inglese.

SULL'ESONERO DI MOURINHO: "Non me lo aspettavo così presto, non ero così convinto che potesse non finire la stagione. La partita di Liverpool, però, è stata così disastrosa che ha portato all'addio. Tra risultati e gioco, Mourinho non ha mai pienamente convinto, nonostante abbia vinto anche dei trofei".

SU SOLSKJAER: "Serve per ricompattare l'ambiente, recuperare giocatori come Pogba, ormai dato quasi per partente, o Rashford, e provare a vincere la FA Cup e non sfigurare in Champions League contro il Psg, perché il quarto posto mi pare irraggiungibile. Poi ci sarà da capire se il suo successore sarà Pochettino o Zidane. Il tecnico del Tottenham sarà la prima scelta per due motivi riesce a valorizzare molto bene i giovani e fa un gioco spettacolare, di alto livello".

SU POGBA: "Penso che il segnale sia quello di una sua permanenza. Sono stati anticipati i tempi dell'esonero di Mourinho perché c'era il serio pericolo che chiedesse di essere ceduto. A meno di clamorose sorprese, credo che adesso resterà allo United".

SULLA PREMIER: "Se dovessi scommettere, lo farei sul City vincente, con Chelsea e Tottenham favorite nella corsa alla Champions".