"Icardi resterà all'Inter, hanno bisogno l'uno dell'altro"

11-01-2019 11:16 -

Luca Calamai ha risposto alle domande in diretta degli ascoltatori nel microfono aperto di Radio Sportiva. Ecco tutti i temi toccati:

Sui bambini in curva: "Mi piace l'idea di una curva con i bambini per Inter-Sassuolo. Mi piacerebbe ancora di più un incontro con i giovanissimi per spiegare il razzismo e i motivi della chiusura
".

Sui giovani: "Si fa bene a lavorare con loro ma il rischio di sbagliare è alto, credo ad esempio che l'Inter avrebbe potuto valorizzare meglio i suoi ragazzi e la scelta di cedere Zaniolo si è rivelata molto dolorosa
".

Su Kroos all'Inter: "Missione complicata, ma i nerazzurri sono usciti dalla tagliola del FPF. La proprietà è solida e presente e sta creando le condizioni per ripartire in grande stile. Non è casuale che Marotta sia arrivato ora
".

Su Ferrero: "Non è un Presidente improvvisato, la Sampdoria è da anni in una posizione dignitosa e con margini di crescita anche grazie alle sue intuizioni
".

Sull'abbassare i toni: "Credo che sia necessario se si fanno complotti e congiure. Se invece i toni si alzano per capire cosa non va è giusto: si chiede maggiore chiarezza nel VAR ad esempio, per tutte le squadre
".

Su Paquetà: "Ha bisogno di tempo, è un classico talento brasiliano che deve ambientarsi. I tempi di gioco europei non sono ancora i suoi
".

Su Icardi: "L'Inter ha risposto in modo chiaro, segno che la proprietà sa farsi sentire. Mi piace la strategia nerazzurra, che sa ribadire la sua linea ma sa anche avviare un dialogo.
L'Inter è una squadra forte che vuole lottare per altissimi traguardi. Serve un grande centravanti, da 25 gol. Sicuramente Icardi lo è, magari Lautaro lo diventerà".

Sulla Roma: "Ha necessità di attenzione economica. Deve trovare un paio di nuovi leader in mezzo al campo. Monchi ha sbagliato l'investimento su Pastore e i riflessi negativi sono inevitabili
".

Su Belotti: "Spero che torni quello della clausola da 100 milioni per l'estero, ma ho qualche dubbio che possa fare una stagione di alto livello
".

Su Ramsey: "La Juve ci proverà ma senza ansia, perché potrà aspettarlo a giugno. Mi sembra che il cappello sul campionato ci sia, potrà puntare alla Champions
".

Ancora su Icardi: "Al 90% Icardi resterà all'Inter perché entrambi hanno bisogno l'uno dell'altro e l'argentino può andare solo in 6-7 squadre. Ce ne sono pochi meglio di lui e può crescere ancora tantissimo".