"Questa per me la miglior Juve di sempre"

15-01-2019 13:18 -

Nel Microfono aperto ha risposto alle domande degli ascoltatori Luca Calamai della Gazzetta dello sport.
"Caso Icardi? Sono storie di calcio, i regolamenti danno grande forza ai calciatori, è normale si crei conflittualità. L'Inter non vuole vendere Icardi, diverso se non si trovasse un accordo, ma il giocatore vuole restare. Sono ottimista. Non è facile sostituirlo, trovare attaccanti giovani e forti così ce ne sono pochi. Credo Marotta sia la persona giusta per situazioni come queste, è stato preso non a caso per dare l'ultima spinta all'Inter.
Combattere il razzismo senza se e senza ma. Non è un problema di Napoli, è un'indignazione che deve attraversare tutti: non si deve lasciare spazio a certa gente in questo mondo.
Io non sono favorevole alla chiusura degli stadi perché penalizza il 95% delle persone per bene che però vorrei dicesse a quel 5% che non lo è "via, non ti vogliamo". Non mi sta bene dire che si giustifichi chi si comporta in un certo modo che non lo fa per razzismo ma perché punta un giocatore fragile per ferirlo.
Possiamo vincere l'Europeo se almeno il 50% dei nostri gioielli riesce a compiere il salto di qualità: come esempio prendo Barella, sono curioso di vederlo in una realtà con più pressioni. Serve la personalità di reggere a certi livelli.
Nel calcio di oggi sono i giocatori che dettano le regole del gioco: fa bene due mesi e vuole il ritocco o la cessione, magari vuol andar via anche se fa male. Purtroppo è così...
L'Atalanta per me può arrivare quarta. Superata la difficoltà e lo schock iniziale per l'eliminazione dall'Europa League a cui teneva tanto ora è una delle squadre più belle ed in forma del campionato.
Nel calcio di oggi sono i giocatori che dettano le regole del gioco: fa bene due mesi e vuole il ritocco o la cessione, magari vuol andar via anche se fa male. Purtroppo è così...
Il monte stipendi del Torino è da squadra che deve stare in Europa, mi aspetto di più da Mazzarri.
Higuain è nella seconda parte della sua carriera: non è più il grande Higuain, lo ha già dimostrato nell'ultima fase alla Juventus, credo abbia bisogno di nuovi stimoli".