"Il gioco di Spalletti non ha ancora dato i suoi frutti"

28-01-2019 14:40 -

Durante il microfono aperto, Stefano Agresti ha risposto alle domande degli ascoltatori. Ecco le principali considerazioni:

SUL MILAN - "Il Milan dall'inizio del mercato cerca un esterno d'attacco, voleva Carrasco e ora è tornato su Deulofeu: ha individuato in quel ruolo una lacuna ma anche a centrocampo e sono sicuro che prenderà anche un centrocampista. Difficile che possa prendere Sensi o Duncan, il Sassuolo ha già perso Boateng. Occhio anche allo staff dirigenziale, in estate potrebbe cambiare ancora qualcosa"

SULLA JUVENTUS - "La stagione della Juventus si gioca tutta sulla Champions, che vinca lo scudetto è quasi scontato e il fatto che abbia vinto 19 partite su 21 e le altre 2 le ha pareggiate lo conferma. Ieri la Lazio è stata padrona del campo per 70 minuti, ma poi la Juventus ha quella forza che altre squadre non hanno. Questo non significa che possa vincere tutte le partite, ma il vero banco di prova rimane la Champions League. La Juventus ha preso Ramsey per la prossima stagione, ma non è escluso che provi a portarlo a Torino già a gennaio, poi in questi mesi avrà modi di valutare ulteriori inserimenti: i nomi sono quelli di Tonali e di Pogba"

SULLA COMPETITIVITA' DEL CAMPIONATO - "CR7 ha segnato dieci gol su azione al contrario di quanti ne segnava in Spagna, e questo vuol dire che il nostro campionato è molto più competitivo rispetto a quello spagnolo, al di là dei gol segnati da Quagliarella e Zapata "

SULL'INTER - "L'Inter davanti è piuttosto carente, fra le big solo il Milan ha segnato di meno. Il gioco di Spalletti non ha ancora dato i suoi frutti, vediamo se riuscirà a darli nel corso della stagione. L'Inter voleva riscattare in tutti i modi Cancelo ma si vide costretta a rinunciare, ma non lo ha bocciato, semplicemente per una questione di bilancio non è stata nella condizione di riscattarlo. Per l'Inter Carrasco è una operazione possibile magari scambiandolo con Candreva, De Paul potrebbe arrivare se parte Perisic, ma entrambe le operazioni in quattro giorni mi sembrano difficili"

SU HIGUAIN - "Il futuro di Higuain è lontano dalla Juventus, l'accordo col Chelsea prevede che rimanga fino a giugno in prestito oneroso, dopodichè al raggiungimento di certi obiettivi diventerà obbligatorio il rinnovo del prestito per un anno"