"A Bergamo tutto funziona bene: 60% merito di Gasperini e 40% società"

01-02-2019 17:47 -

Pierpaolo Marino, durante il microfono aperto di Sportiva, ha risposto in diretta alle considerazioni degli ascoltatori. Ecco i passaggi principali.

Sulla Coppa d'Asia: "La vittoria del Qatar in Coppa d'Asia mi sorprende, il Giappone era favorito. In previsione dei Mondiali di casa è un ottimo viatico
".

Sull'Inter: "L'obiettivo è il terzo posto che vale la Champions. Se la crisi dovesse diventare vera e propria allora qualcosa si dovrà fare perché si rischierebbe di rovinare una stagione".

Su Allegri: "Da quando allena i bianconeri è già arrivato due volte in finale di Champions e sta facendo giocare tutti in modo attento. Solo a Roma con la Lazio ha subìto in campionato e con l'Atalanta in coppa
".

Su Ronaldo che gioca sempre: "Credo che la richiesta di esserci sempre sia sua. Non mi preoccuperei tanto viste le statistiche
".

Sul Palermo: "Sono affranto per le vicende. La città ha tanto entusiasmo e passione e non si farà fatica a trovare le soluzioni per ritrovare la serenità
".

Sul Lecce: "Può essere la vera outsider della Serie B. Liverani e la società hanno lavorato molto bene, hanno tenuto i principali interpreti e possono cercare il miracolo promozione
".

Sull'Atalanta: "Non è solo un momento, due anni fa da quarta avrebbe fatto la Champions. Con l'arrivo di Gasperini si è aperto un ciclo e i maggiori meriti sono suoi. In campo il nucleo storico sta trascinando i compagni. I meriti vanno per il60% Gasp, per il 40% alla società
".

Su Donnarumma del Brescia: "Ho dei dubbi sulla capacità di confermarsi in Serie A da parte sua. Mi tengo qualche riserva, anche Caputo era partito fortissimo e adesso si è un po' fermato".

Sul Genoa: "Ha preso dei giocatori interessanti, Sanabria in testa. Nel lungo periodo credo si sia rinforzato, nell'immediato mancheranno i gol di Piatek".