"Fair play finanziario congela le disuguaglianze"

06-02-2019 17:49 -

Nel Microfono Aperto ha risposto alle domande degli ascoltatori Bruno Longhi.
"Ormai 16 milioni sono una cifra abbordabile, bisogna vedere quale è l'integrità fisica di Sturaro che immagino il Genoa abbia valutato attentamente. Se sta bene è un validissimo centrocampista.
Chiesa-Muriel-Simeone se riescono a convivere è un tridente bellissimo, il Cholito è molto criticato ma per ha grandi potenzialità.
Mi piace tantissimo Fabian Ruiz , il suo valore è il motivo per cui Ancelotti ha avallato la cessione di Hamsik.
Marotta ha trovato una proprietà che non ha ancora grande esperienza quindi il peso sulle sue spalle è gravoso. Ha trovato le rivendicazioni di Wanda, le bizze di Nainggolan, i mal di pancia di Perisic, gli infortuni Vrsaliko, le recriminazioni su Zaniolo.
La strada è in salita per tornare ai fasti della serie A di una volta, non ci sono più i patron che ci mettono soldi di tasca loro, ora chi più produce più spende. ll fair play finanziario cristallizza i valori, chi è più forte resta più forte: è stato introdotto per evitare i fallimenti ma così come è fatto ora impedisce gli investimenti a chi ha disponibilità economica e vuole spendere.
Io adoro Dybala uno di quei giocatori per cui vale il prezzo del biglietto: sostenere che sia diventato un peso per la Juve non lo condivido. All'Inter? Con un modulo diverso da quello di Spalletti farebbe benissimo.
Compito di Allegri è vincere, far rendere al massimo i giocatori ed in questo senso alla Juve ha fatto un gran lavoro. Forse l'unico appunto è che troppo spesso vince di misura: con il Parma ha giocato benissimo ma non ha vinto.
Al Milan giocherei con l'albero di Natale, Kessiè-Biglia-Bakayoko in mediana e Suso con Paquetà dietro Piatek.
L'unico errore dell'Inter su Zaniolo per me è stato quello di non mettere una "ricompra" perché la valutazione di 4,5 milioni nel momento dell'affare Nainggolan con la Roma secondo molti era addirittura alta".