"La Juve non la pigli mai se ti metti a farci il braccio di ferro"

13-02-2019 11:25 -

Luca Calamai è intervenuto nel 'Microfono Aperto' per toccare vari temi: "Zaniolo? E' stata fatta dall'Inter una scelta obbligata per arrivare a Nainggolan. Ma poi abbiamo visto chi ha fatto bene e chi ha sbagliato. Sturaro? Libera contrattazione tra 2 club. Che ci siano dei trasferimenti 'generosi' succede, in modo anche trasversale, ma per ipotizzare qualcosa di malevole ci vogliono le prove. La Juve? Cresce continuamente in tutti i suoi aspetti. Non esiste potenzialità di mercato che possa permettere a Inter, Milan, Napoli, Roma di avvicinarsi a loro. La Juve non la pigli mai se ti metti a farci il braccio di ferro. Ha cambiato percorso dopo lo stadio di proprietà e Ronaldo è stata un'operazione geniale. Ramsey non è un campione ma un giocatore importante e nel campionato italiano poteva venire solo e soltanto alla Juve, esattamente come CR7. Salah? Oggi qualsiasi nome che abbini alla Juve vero o falso che sia è credibile, perché dopo l'operazione Ronaldo possono permettersi tutto. Inter? Capisco i tifosi ma c'è una fretta del diavolo, non c'è pazienza. L'Inter non può vincere subito, ma sta valorizzando i giovani e sta crescendo. Nainggolan operazione sbagliata ma che in estate aveva un senso. Nainggolan, De Vrij e Lautaro, 3 giocatori che pensavo avrebbero avvicinato l'Inter alla Juve, ma avevo valutato male. Gruppo Suning? Potenzialità straordinarie, ma forse non ha fatto gli investimenti che sognava di fare a causa del fairplay finanziario. Cutrone? Un patrimonio importante, un ragazzo in continua crescita. Il Milan dovrà concedergli un ruolo più stabile in futuro. Frosinone? Non è già morto, sta bene ed è una rivale temibile per la salvezza".