"La cosa che mi disturba di più è sentir dire dai calciatori che devono fare dei sacrifici"

13-02-2019 16:35 -

L'ex portiere di Napoli e Torino e allenatore dell'Inter, Luciano Castellini, è intervenuto in diretta a Sportiva per dire la sua sul momento delle sue ex squadre.

SUL CASO ICARDI: "Credo che la società è diventata ancora più forte, ci sono delle linee da seguire e bisogna accettarle. Probabilmente la vittima non esiste, è la società che prende le decisioni ed è giusto così. Noi eravamo di proprietà della società, non c'era lo svincolo, quindi dovevi giocare tante partite bene per guadagnare qualche soldo in più: anche se avevi la febbre stavi zitto per non farlo sapere. Oggi la cosa che mi disturba di più è sentir dire dai calciatori che devono fare dei sacrifici e devono andare a lavorare: io non ho mai fatto un sacrificio, ho giocato a calcio, mi sono divertito e mi hanno anche pagato".

SU GORDON BANKS: "Io l'ho visto in tv ai Mondiali, ha fatto la parata del secolo su Pelé. Oggi ci sono dei buoni portieri, forse adesso la critica è più severa, perché ora se prendi un gol ci sono mille replay. Non esiste il portiere che non sbaglia, ma quello che sbaglia meno".

SUL NAPOLI: "Forse lo scorso anno aveva un po' snobbato l'Europa League, mentre quest'anno credo che ci tengano. Con tutti i titolari in campo, il Napoli è una squadra in grande forma".

SU DONNARUMMA: "Nel percorso di formazione qualche errore ci sta, ma è un grande portiere".