"Piatek e Paquetà grandi acquisti, ma Bakayoko mi ricorda Desailly"

17-02-2019 23:48 -

Carlo Nesti, durante il microfono aperto, ha risposto alle domande in diretta degli ascoltatori. Ecco le sue considerazioni:

SU NAPOLI-TORINO - "Napoli-Torino è stata una sorta di braccio di ferro fra lo sforzo offensivo encomiabile del Napoli e quello difensivo del Torino, che ha fatto di tutto per ottenere il pareggio. La forza del Torino adesso è nella sua difesa. Il Torino ha motivo di rammaricarsi per alcune valutazioni del VAR riguardanti la prima parte del torneo. Questa sera il Napoli ha fatto 0-0, ma se dovesse rigiocare 10 volte la partita, 9 volte la vincerebbe perchè ha attaccato per 90 minuti, ma dobbiamo dare i meriti anche a Sirigu che è uno dei due migliori portieri italiani"

SU GAGLIARDINI - "Non ho una considerazione negativa di Gagliardini: l'Inter ci ha investito molto considerando che nell'Atalanta non era sempre titolare, vedremo poi se sarà stato troppo"

SULLA JUVE IN CHAMPIONS - "La Juventus ha esperienze molto amare in Champions League, quindi come pronostico mi tengo prudente e dico 55% Juve e 45% Atletico Madrid, soprattutto perchè i bianconeri hanno recuperato Bonucci e Chiellini"

SU ICARDI - "Se davvero Icardi e sua moglie avessero voluto continuare la guerra fredda non si sarebbero presentati allo stadio, invece c'erano e hanno esultato ai gol e quindi forse si stanno rendendo conto di aver combinato una frittata"

SU BROZOVIC - "In Brozovic vedo sia qualità che quantità, penso che possa diventare un grande giocatore ma non so in quale ruolo, anche se devo complimentarmi con lui perchè si è adattato anche come playmaker"

SUL MILAN - "Il miglioramento del Milan dipende sicuramente dal fatto che ora c'è Piatek e non Higuain, ma la squadra ha fatto anche enormi passi avanti in fase difensiva e poi Gattuso ha ricompattato la squadra indebolita dai tanti infortuni. Il Milan ha speso tanto per Piatek e per Paqueta, un giocatore veramente completo, e questo è paradossale pensando a pochi mesi fa, poi c'è stato anche il miglioramento di Bakayoko che mi ricorda Desailly. Nel Milan c'è stato un cambio di proprietà, ha ancora dei problemi ma la nuova proprietà ha azzerato ogni debito e ha praticato un aumento di capitale"

SULLA ROMA - "Nessuno sa quali limiti possa avere la Roma, perchè ha tanti giovani e anche dei calciatori che all'inizio erano criticati e ora sono considerati fra i più emergenti, come Zaniolo. La Roma deve solo migliorare la fase difensiva"

SU CUNEO-PRO PIACENZA - "Cuneo-Pro Piacenza è ancora una conseguenza dell'estate assurda che ha vissuto la Serie C".

SU SPAL-FIORENTINA - "Su Spal-Fiorentina si discuterà moltissimo, ma al di là della tempistica l'arbitro e il VAR hanno agito in maniera corretta: sono episodi che si spera non capitino più, è quasi una barzelletta, ma a termini di regolamento è tutto giusto"