"Rins può essere l'outsider del prossimo Motomondiale"

05-03-2019 13:22 -

Francesco Guidotti, team manager del Ducati Pramac Racing Team, è intervenuto a Sportiva per fare il punto a pochi giorni dal via della stagione MotoGp.

SULL'ESITO DEI TEST: "Ci hanno detto diverse cose positive, che noi saremo della partita, anche s è difficile fare previsioni precise, perché gli avversari sono molto forti e si sono rinforzati. Nei due test che abbiamo fatto quest'anno abbiamo visto che siamo in tanti a essere competitivi e a giocarci posizioni importanti. Sarà una battaglia dura".

SUI DUE PILOTI PRAMAC: "L'attesa si fa sempre più trepidante, la voglia e l'emozione, come tutti gli anni, è tantissima. E' la prima volta che ci presentiamo con un campione del Mondo in carica (Bagnaia, ndr) e anche Jack (Miller, ndr), che passa sulla moto ufficiale, è una cosa che desta curiosità all'interno del team. Vediamo se riuscirà a fare il salto di qualità".

SU BAGNAIA: "Arriva in un campionato dove ci sono molte prime donne, ma è chiaro che in Italia ha destato un interesse particolare quel campionato vinto con forza, determinazione e velocità. Non penso si senta una pressione particolare addosso, se non quella di dover far fronte a degli avversari di livello, quindi noi dovremo aiutarlo in questo percorso, ma sembra un ragazzo già impostato e più maturo della sua età".

SU PETRUCCI: "Mi aspetto che faccia l'ultimo passo per stare costantemente nella zona che i piloti ufficiali devono occupare, quindi tra i primi 3 o 5. Mi aspetto che vinca questa benedetta prima gara, che a volte ci è sfuggita per millesimi, e credo che ora lui sia pronto. Siamo partiti da molto lontano con lui e già adesso siamo più che soddisfatti".

SUL FAVORUITO DEL MONDIALE: "Marquez è quello più atteso e, avendo vinto 5 degli ultimi 6 Mondiali, fare altre previsioni è difficile. Dovizioso è già due anni che arriva secondo e si gioca il Mondiale fino a fine stagione: si spera, come ducatisti, che sia l'anno buono. Lorenzo sta soffrendo un po' l'infortunio invernale, ma sarà della partita. Le Yamaha mai non considerarle e poi c'è un outsider pronto a star là davanti spesso che è Rins".