"Se Hirscher dovesse smettere non sarebbe una sorpresa"

19-03-2019 17:51 -

In Passione Sportiva per fare un bilancio della stagione di sci alpino andata in archivio è intervenuto Paolo De Chiesa, ex sciatore e commentatore televisivo.
"Mai nessun azzurro è stato come Dominik Paris nella velocità: doppietta a Bormio, vittoria a Kitz, doppietta anche ad Andorra, Mondiale in superG... Mai visto qualcosa di simile, era già grande ma una stagione come questa nessuno se la sarebbe aspettata.
Innerhofer ha raccolto meno di quanto abbia meritato, ha sciato benissimo, fatto qualche errore, avuto un po' di sfortuna: ha voglia di continuare e da lui c'è sempre da aspettarsi una zampata.
Razzoli è sportivamente un miracolato, perché era morto e sepolto come atleta. Quasi mi chiedevo perché continuasse e invece è rinato: pazzesco a Campiglio, sesto nell'ultima gara, è risalito da 70esimo a 18esimo nel ranking.
Hirscher è apparso appannato stanco, scarico, svuotato. Ha vinto l'ottava Coppa del mondo consecutiva, i Mondiali... Ho parlato con suo padre e mi ha fatto una faccia strana. Se dovesse smettere non sarebbe una sorpresa".