"DeLa ha pensato che Ancelotti fosse una polizza di assicurazione sui mancati acquisti"

11-04-2019 23:33 -

Gianfranco Teotino è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SUL NAPOLI: "Gli do una percentuale non molto alta di passare il turno, un 30%. Credo che sia importante giocare una partita aperta, combattendo con loro anche nella loro metà campo: solo così puoi avere qualche possibilità perché hanno sicuramente più qualità in attacco che in difesa. Certo, non aver segnato un gol in trasferta è un problema. Non parlerei di approssimazione nel gioco del Napoli, quanto di scelte societarie: si è pensato che Ancelotti fosse una polizza di assicurazione sui mancati acquisti del Napoli. Due estati fa De Laurentiis ha perso l'occasione per comprare 1-2 campioni per togliere lo scudetto alla Juventus, che ancora non aveva Cristiano Ronaldo. Quest'estate era tutto più difficile".

SU MERET: "Non so se è superiore a Donnarumma, ma ha dimostrato di essere un grande portiere, di avere personalità e grande freddezza. Anche i suoi compagni dovrebbero avere più fiducia in lui, perché nonostante in certe occasioni chiami la palla, loro la rinviano ugualmente".

SU PIATEK: "E' un grande acquisto, ha un grandissimo senso del gol e può ancora progredire. Penso che possa arrivare a fare una carriera pari a quella di Higuain".

SULLA JUVENTUS: "L'Ajax ha una filosofia di gioco esteticamente bellissima, ma le mancano 1-2 grandi campioni, quelli che servono per vincere le partite con continuità e non doversi esprimere per 90 minuti a quei ritmi. Credo che sarà veramente difficile per loro ripetere quanto hanno fatto a Madrid. Spero, comunque, di vedere in campo al ritorno nella Juventus Ronaldo, Kean e Dybala".

SUL MILAN: "Non sono così convinto che il problema sia quello degli esterni bassi, ma credo che manchi un po' di qualità a centrocampo e di capacità delle ali di aggiungere i propri gol a quelli del centravanti".