"Spalletti sarà confermato, per il Milan i nomi sono Di Francesco e Giampaolo"

02-05-2019 11:54 -

Ne Il Processo di Radio Sportiva il giornalista di Rai Sport Paolo Paganini ha detto la sua sulla Champions e sul mercato degli allenatori.

"Dal punto di vista del livello tecnico Messi e Ronaldo sono due giocatori fuori dal normale, dal punto di vista dei rapporti nello spogliatoio sembra più leader Cristiano, ma quando hai questi giocatori caschi sempre in piedi: se devo scegliere però scelgo Messi. La Juventus con l'Ajax aveva due risultati su tre, è vero che ha perso ma è arrivata nel momento topico della stagione con una situazione difficile dal punto di vista degli infortuni e una campagna acquisti di gennaio non all'altezza. La conferma di Allegri è stata una mossa intelligente di Agnelli, non credo sia di facciata ma tutto dipenderà dall'incontro che avranno nei prossimi giorni: dipenderà anche dalla campagna acquisti, molti giocatori hanno calato il loro rendimento e devi decidere se tenerli o meno. Il confronto su questi temi potrebbe portare a una separazione, in quel caso credo sia difficile arrivare a Guardiola che è blindato dal City: ci sono le ipotesi Deschamps e Conte, che gode di una stima fra i tifosi che Allegri non ha. Tutto dipende dalla gestione di Ronaldo, che con Allegri ha trovato un feeling e lo dovrà trovare anche col nuovo allenatore. La Roma ha fatto più di un sondaggio con Conte, soprattutto se l'area tecnica dovesse essere assegnata a Petrachi: bisognerà però capire quanto la Roma vorrà investire perchè con Monchi la politica è stata incassare. L'Inter credo che alla fine confermerà Spalletti per una questione economica, soprattutto se centrerà il terzo posto, sul Milan il nodo è la Champions: se dovesse fallire l'obiettivo, Di Francesco e Giampaolo sarebbero obiettivi sensibili per la panchina".