"Allegri più bravo di Conte ma non ha dna juventino"

03-05-2019 11:08 -

Nel Microfono Aperto di Radio Sportiva il nostro Stefano Cecchi ha risposto alle domande degli ascoltatori.

SULLE CONTESTAZIONI DEI TIFOSI - " De Laurentiis può non stare simpatico ma dal punto di vista dei risultati il Napoli ha fatto cose straordinarie, eppure si contesta: questa cultura dell'eccesso non mi piace"

SUL DERBY DELLA MOLE - "Il Torino secondo me stasera ce la può fare, perchè le motivazioni nel calcio sono fondamentali: Mazzarri non è il mio allenatore preferito, ma quest'anno ha fatto cose straordinarie"

SULLA PANCHINA DELLA JUVE - "Sul valore delle vittorie di Conte e Allegri non ci sono paragoni: Allegri secondo me è molto più bravo di Conte ma non ha mai assorbito il dna juventino, mentre Conte racconta al popolo bianconero qualcosa di più aderente a loro"

SUL MILAN - "C'è un senso della disciplina nel ritiro del Milan: Gattuso in un momento di difficoltà ha dato una risposta antica, magari non servirà a niente ma a me piace che nel calcio ci sia un'idea di rigore. Gattuso va apprezzato, ma il#Milan è più forte dei punti che ha: ha dei limiti, ha avuto anche sfortuna, però complessivamente con questa rosa poteva fare di più e per questo penso che l'anno prossimo Gattuso non sarà in panchina"

SUL BRESCIA - "Mi piace il ritorno del Brescia in serie A, ma il fatto che il presidente sia Cellino qualche dubbio in più me lo pone: un presidente non può essere trasferibile come l'assicurazione delle auto"

SU MESSI VS RONALDO - "Non so chi è più forte fra Messi e Ronaldo, dipende dai momenti, ma i due sono diversi: Messi è uno che ha avuto una sola maglia e la solita fidanzata da quando era piccolo, e a me queste cose piacciono"

SU BERNARDESCHI - "Bernardeschi è un giocatore che è cresciuto molto alla Juventus ma che ancora non è esploso per quanto vale e per i colpi che ha"