"Valverde? L'allenatore più inutile del mondo"

08-05-2019 11:04 -

Così Stefano Cecchi nel 'Microfono Aperto'

SULLA SUPERLEGA: E' la morte del calcio. Ai soldi ci sono altri parametri, la passione è il più alto di tutti. Non bisogna per forza tifare quelle 5 o 6 squadre che fanno parte della Superlega. Il calcio diventa leggenda quando accadono cose come ieri sera, o quando il Nottingham vince 2 coppe dei campioni. In nome del vil denaro non vogliono più farci sognare e noi dobbiamo combattere questo 'nuovismo'.

SUL LIVERPOOL: Ha giocato contro la squadra più forte del mondo senza i 2 suoi giocatori più forti. Wijnaldum, che era partito della panchina, è entrato ed ha segnato 2 gol. C'è un disegno in tutto questo. Anfield è un luogo di magia, è la fabbrica di cioccolato. Lì si compiono cose straordinarie. Mi è dispiaciuto non essere un reds, quel che hanno vissuto ieri va oltre la vittoria della coppa. Valverde? L'allenatore più inutile del mondo, stava lì a prenderle e non faceva nulla.

SU ALLEGRI: Mi ribello all'idea di parametrare la bravura alle vittorie. Prendete Klopp, per quello che fatto è un vincente clamoroso anche dovesse perdere la finale di Champions e la Premier.

SUL CALCIO INGLESE: E' il calcio più ricco di tutti grazie ai diritti tv, che sono distribuiti in modo democratico. L'inspiegabile non sono le squadre inglesi che arrivano in finale nelle coppe, ma esserne state fuori per così tanti anni.

SU ADANI: Uno dei commentatori più bravi che c'è in giro, ma non accetto che racconti il calcio in modo scientifico. Il calcio è per tutti e va raccontato con parole semplici, non va complicato con paroloni.