"Come si fa a criticare Allegri? In Italia siamo al ridicolo"

11-05-2019 18:10 -

Con il procuratore Silvio Pagliari abbiamo fatto il punto sul valzer di panchine che si prospetta in Serie A:

Sulla promozione del Lecce: "Meritata. In Serie B ha fatto vedere il miglior calcio e se lo meritano tutti, complimenti a loro perché hanno sicuramente mostrato di essere fra i migliori".

Su Allegri: "Non sono tanto convinto che divorzierà dalla Juve, secondo me resterà in bianconero. Siamo proprio in Italia: dopo 5 scudetti di seguito, due finali di Champions e quattro coppe Italia si critica un allenatore come lui. Si sta esagerando troppo nel nostro Paese, siamo vicini al ridicolo. Stiamo parlando di uno che ha fatto la storia, come si fa a criticarlo? Poi non lamentiamoci se i campioni non vogliono venire nel nostro campionato. La Juve è una grandissima squadra ma la Premier ha ottimi giocatori, non è detto che prendere Ronaldo sia sinonimo di vittoria europea".

Su Conte: "Penso che vada in nerazzurro, con Marotta e Ausilio potrebbe accorciare le distanze con i bianconeri. Vediamo cosa succede a Napoli. Sarei contento che questo tecnico tornasse nel nostro campionato perché è un ottimo profilo".

Sulla panchina della Roma: "Quando si chiama Conte bisogna spendere soldi perché vuole vincere il campionato. Bisogna portare un budget importante anche sul mercato. A Roma in questo momento mi sembra che i possibili nomi siano tutti destinati a rimanere nelle loro squadre: Gasperini resterà a Bergamo, Sarri ha conquistato la Champions col Chelsea mentre Ranieri è già praticamente sicuro di andarsene".