"Se sarà l'ultima partita con l'Inter, Icardi si congeda nel modo peggiore"

26-05-2019 22:03 -

Carlo Nesti, che ci ha aiutato a commentare l'ultima serata di Serie A, ha espresso diverse considerazioni:

Sull'ingresso di Keità: "La scelta delle due punte è normale per l'Inter vista la partita. I nerazzurri premono tanto e Spalletti punta sull'inerzia dei suoi. Il senegalese ha approfittato del poco feeling Lautaro-Icardi e Spalletti ha pensato a lui".

Sul gol: "Quello di Keità è un gol bellissimo, con dribbling e tiro all'angolino. È stato dicscontinuo e ha tanta concorrenza davanti, ma la sua scelta è stata felicissima per Spalletti".

Sulla corsa Champions: "Atalanta e Inter sono meritatamente in vantaggio, con grandi prevalenze offensive non premiate dai gol nei primi tempi. Trovo allucinante è il calo dei rossoneri, che vincevano 2-0 ed è imperdonabile aver rischiato il pareggio".

Sul rigore: "Secondo me su Icardi non è rigore. Dragowski è entrato sul pallone e l'argentino si è lasciato andare. Sulle uscite dei portieri è inevitabile il contatto, qui prevale nettamente la direzione della palla".

Su Icardi: "L'argentino non mi è piaciuto oggi. Se questa sarà l'ultima partita con l'Inter sarà un epilogo inglorioso perché avrebbe potuto chiudere la partita e i giochi. Invece Handanovic ha dimostrato di essere uno dei migliori portieri del campionato".

Sulla partita: "L'Inter ha tirato 28 volte di cui 14 in porta, ma l'Empoli è stato protagonista di un finale straordinario. Gli spartiacque della partita sono stati il rigore sbagliato da Icardi e la traversa di D'Ambrosio nella propria porta".

Sull'Atalanta: "merita la Champions, ha rimontato il Sassuolo e ha dimostrato di aver avuto la bravura ancora una volta di ritrovare il punteggio dopo lo svantaggio iniziale".