"Il Liverpool ieri ha giocato all'italiana"

02-06-2019 10:46 -

In Buongiorno Sportiva per parlare della finale di Champions League è intervenuto Gianluca Festa, allenatore con un passato da calciatore anche in Premier League.
Tutti si aspettavano un tipo di gara diversa, sicuramente è stata condizionata dal rigore immediato: i ritmi non sono stati quelli usuali per le squadre inglesi, ma l'importante era il risultato, il Liverpool ha fatto la partita quasi come fosse una squadra italiana. Alla fine ha meritato: ha fatto una stagione straordinaria in cui ha perso il campionato per un solo punto. Klopp ha dato una mentalità che i giocatori hanno dimsotrato di aver acquisito, si vede che è una squadra dove c'è l'impronta dell'allenatore. Certo che lo vedrei bene in Italia ma sarà difficile portarlo via dalla Premier che è il campionato principale al mondo, è il miglior torneo sotto tutti i punti di vista.
Il Tottenham ha fatto una stagione positiva, Pochettino sta facendo bene, la gara di ieri è un po' a sé, ma certamente arrivare in finale di Champions League rende questa stagione importante per gli Spurs.
Cosa ha in più la Premier League? Sicuramente i ritmi di gioco più alti, meno tatticismi: i giocatori inglesi non devono essere motivati perché sono dei guerrieri, ma l'innesto di tecnici e giocatori stranieri ha dato loro quello che mancava".